Bacheca: Domande e risposte
Treviglio
Egr. Comandante Morando
La disturbo perché, appassionato di storia ferroviaria, ho qualche problema nello sciogliere vari dubbi sul nodo di Treviglio, anche perché c'è una notevole confusione, a mio parere, sul nome delle varie stazioni che si sono succedute nel tempo.
Potrebbe chiarirmi la vicenda e la posizione delle stazioni?
La ringrazio
Alvaro Ferlenghi

----------------
Egr. Sig. Ferlenghi
La storia di Treviglio, non semplice per suo conto, è complicata dalle omonimie.
La prima linea in arrivo a Treviglio da Milano (la seconda milanese, dopo quella per Monza) , si attestava in una stazione denominata ufficialmente TREVIGLIO, che dal nostro Gruppo è stata rinominata Treviglio (Molino) . All'attivazione della prosecuzione per Venezia via Bergamo, parte della primitiva linea è stata abbandonata in favore della deviazione che porta a Bergamo. Tale tronco è quello che va oggi dal B°Bergamo a poco oltre TREVIGLIO, stazione principale che per un certo tempo prese il nome di Treviglio Centrale. Come nuova stazione cittadina è stata edificata ancora una TREVIGLIO, nome ufficiale, che abbiamo denominato Treviglio (Seconda) , posta poco a sud dell'odierna Treviglio Ovest. Peraltro, dal 1857, anno di apertura della Milano - Bergamo, al 1863, TREVIGLIO (= Treviglio Molino) è rimasta parzialmente in esercizio parallelo con TREVIGLIO (=Treviglio Seconda) , funzionando da origine e fine corsa per i treni da e per Milano, mentre TREVIGLIO (=Treviglio Seconda) riceveva i treni passanti da e per Venezia.
Era una situazione similare a quella di Milano Centrale e la vecchia Centrale a piazza Fiume a parti invertite.
Con l'attivazione della via diretta per Venezia, i binari ritornavano a TREVIGLIO (=Treviglio Molino) che però era smantellata a favore dell'adiacente TREVIGLIO (nome attuale = Treviglio Centrale) mentre TREVIGLIO (=Treviglio Seconda) lasciava il posto a Treviglio Ovest posta leggermente più a nord.
Spero di esserLe stato d'aiuto.
----------------
Egr. Comandante Morando
Adesso mi è tutto più chiaro.
Ancora due domande:
- perchè ha dato il nome di Treviglio Molino?
- la prima Treviglio Ovest, che ho letto essere stata poi adibita ad alloggio ferrovieri, perché e/o quando è stata demolita?

----------------
Egr. Sig. Ferlenghi
Come forse a Sua conoscenza, noi assegniamo un nome fittizio, aggiuntivo, quando le amministrazioni ferroviarie lasciano adito a confusione per omonimie. Tale nome viene trascritto senza eccezioni tra parentesi, per individuare immediatamente il fatto che non si tratta di un nome ufficiale ma assegnato dal nostro gruppo di ricerca per necessità di chiarezza. A volte le parentesi possono includere il nome completo e ciò avviene quando il posto di servizio o il punto cospicuo mancano completamente di nome proprio mentre noi abbiamo l'esigenza di battezzarlo in qualche modo.
Quindi confermo che il termine (Molino) è stato dato dal nostro gruppo.
Perché (Molino) ?
In effetti, in questa tipologia di omonimie siamo soliti dare il nome con un aggettivo numerare ordinale, come ad esempio, Milano Porta Nuova (Prima) , (Seconda) , (Terza) ......
Però normalmente questo avviene quando le strutture che si susseguono con lo stesso nome occupano le stesse aree o aree contigue. Ciò non avviene per le prime stazioni di Treviglio, per cui le differenziamo con denominazioni topografiche. Essendo la prima stazione in località Molino, abbiamo pensato fosse più giusto chiamarla così. Ovviamente con Treviglio (Seconda) siamo in presenza di un'altra storia. Peraltro, essendo nella stessa area di Treviglio Ovest, avremmo anche potuto chiamarla Treviglio (Ovest Prima) , ma abbiamo preferito l'altra soluzione.
Per quanto riguarda la sua disattivazione (noi non parliamo di "demolizione" perché, in effetti, come Lei dice giustamente, il fabbricato esiste ancora come alloggio per ferrovieri) , data 03/11/1908 e forse è utile raccontarLe il resto della storia.
Con l'apertura della via diretta per Venezia via Treviglio - Rovato il 05/03/1878, viene attivata Treviglio Centrale (oggi Treviglio) , presso Treviglio (Molino) e quindi è anche riattivato il tronco originario che era stato soppresso fino al B°Bergamo. Al contrario è soppresso il tronco dal B°Bergamo a Treviglio (Seconda) che viene allacciata direttamente a Treviglio. Ciò ovviamente comporta l'inversione di marcia ai treni, ora divenuti locali, Milano - Bergamo. Ugualmente è abbandonato il tracciato iniziale della linea per Cremona che si attestava a Treviglio (Seconda) , in favore di Treviglio.
foto
Schema Treviglio

Il 03/11/1908 Treviglio (Seconda) chiude bottega e si apre Treviglio Ovest sulla stessa area. Riapre anche il precedente raccordo dal B°Bergamo.
Gli ulteriori cambiamenti sono storia recente.
Penso di fare cosa utile sintetizzare questa storia complicata con un grafico che allego. La simbologia è quella adottata dal nostro Gruppo.
----------------
Egr. Comandante Morando
Grazie ma mi rimangono però dei dubbi.
Da dove ricavate la data della Treviglio (Seconda) in 12 luglio 1854.
E' sicuro che ora non sia demolita?
e l'allegato con freccia incorporata, risponde alla Treviglio Seconda?
e la sua disattivazione data 03/11/1908 per l'apertura di Treviglio Ovest, dove è scritto?
Scusi le tante domande.

----------------
Egr. Sig. Ferlenghi
Per quanto riguarda le date, ci deve essere un malinteso. Io non ho mai scritto che Treviglio (Seconda) sia stata attivata il 12/07/1854. La sua attivazione data 12/10/1857 in concomitanza con l'attivazione della linea per Bergamo. Essendo stata chiusa all'esercizio Treviglio (Molino) , in quanto stazione capolinea terminale su un tronco abbandonato, la cittadina aveva bisogno di una stazione alternativa che fu, appunto, Treviglio (Seconda) .
Sono sicuro che non sia demolita perché la notizia è confermata da un nostro Collaboratore del posto.
Relativamente alla posizione del vecchio FV di Treviglio (Seconda) , al momento non posso rispondere perché i riferimenti sulla Sua mappa sono pochi e dovrò fare uno studio approfondito. Mi riservo di farLe sapere qualcosa in seguito, magari con l'aiuto del nostro Collaboratore.
Infine l'ultima data: sempre dovuta alla tormentata storia di Treviglio, causata da scelte di geometria ferroviaria non sempre lungimiranti, l'attivazione di Treviglio Ovest è una conseguenza postuma dell'apertura dell'Alto Padana, ovvero la linea diretta per Venezia, e quindi di Treviglio (Centrale) , con contemporanea soppressione del tronco che dal futuro B°Bergamo portava a Treviglio (Seconda) . In tal modo la relazione Milano - Bergamo comportava un'inversione di marcia a Treviglio (Centrale) se non addirittura un cambio di treno (vedere miei schemi inviati con la email precedente) . Sempre per la stessa causa Treviglio (Seconda) perdeva d'importanza ma non fu disattivata e rimase in servizio come stazione secondaria. Dopo le insistenti proteste dei Bergamaschi fu decisa l'apertura in data 03/11/1908 la riattivazione del tronco soppresso, con conseguente attivazione del B°Bergamo. Così i treni da e per Milano potevano proseguire per Bergamo senza manovre. Rimaneva però il problema della fermata in città. Treviglio (Seconda) era in pratico stato di abbandono perché non più utilizzata, dato che, fino a quel momento, i treni a lunga percorrenza fermavano a Treviglio (Centrale) e lo stesso, a maggior ragione, facevano quelli per Bergamo. Quindi non vi era motivo di utilizzare Treviglio (Seconda) . Di conseguenza fu deciso di costruire una stazione nuova, Treviglio Ovest, tra l'altro stazione di diramazione, poco distanze ed a spese di Treviglio (Seconda) che cessò il servizio.
Oggi Treviglio Ovest è stata declassata a fermata.
800

Segnala ad un amico
Nome mittente
Email mittente (*)
Nome destinatario
Email destinatario(*)
Messaggio (max 250 car.)
Inviami una copia

I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori

I dati inseriti sono usati per il solo trattamento di invio
della mail e saranno conservati nei database a solo scopo
di monitoraggio e prevenzione degli abusi.

Indietro Torna al portale	Inizio

© 2004,2019 T-I-M-O-N-E.IT - Tutti i diritti riservati. 
© 2008,2019 Ricordi di Rotaie - Tutti i diritti riservati.