testata
Gomma e resina sottovuoto
Come arrangiarsi per migliorare i propri lavori in resina.
home page

home page


La busta pronta per l'esperimento vicino alla macchinetta del sottovuoto ancora aperta.

Foto Mario De Prisco
14 aprile 2014
foto successiva
foto successiva

Finora per i miei lavori in resina ho combattuto le bolle d'aria armato di stecchino, pazienza e resina fluida.
Avendo letto di tecniche che usano il vuoto o la sovrapressione per fare questo noioso lavoro in modo semiautomatico e con la sicurezza di non dimenticare nulla, mi sono industriato con la macchinetta per mettere sottovuoto gli alimenti.
Esiste anche una "ricetta" che prevede l'uso di una pentola a pressione modificata per collegarla ad un compressore ma sono restio a sperimentarla perché non si vede quello che sta accadendo all'interno. Inoltre e la pressione deve essere mantenuta fino a che la catalizzazione non è completata.
Oddio... vuoto... nel mio caso è una evidente esagerazione... col mio apparecchietto da cucina riesco forse a ridurre la pressione atmosferica di un quarto. Eppure anche con questo minimo differenziale sono riuscito a stimolare "l'effervescenza" della gomma.

Graditi commenti sul forum Scala TT.
1660

Segnala ad un amico
Nome mittente
Email mittente (*)
Nome destinatario
Email destinatario(*)
Messaggio (max 250 car.)
Inviami una copia

I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori

I dati inseriti sono usati per il solo trattamento di invio
della mail e saranno conservati nei database a solo scopo
di monitoraggio e prevenzione degli abusi.

Indietro Torna al portale	Inizio

© 2004,2008 T-I-M-O-N-E.IT - Tutti i diritti riservati. 
Ing. Mario De Prisco - Rende - P.I. 00992050781
© 2008 Le stagioni dei treni - Tutti i diritti riservati.