testata
Costruire un modulo FREMO
"Corso Rapido" per costruire piccoli moduli FREMO per armonizzare il collegamento fra moduli con testate diverse.
home page

home page


Gli elementi che formano i moduli.
In alto a sinistra le testate, due di pianura e due di collina, in multistrato da 10mm.
Gli altri pezzi sono in multistrato da 18mm.

A destra gli irrigidimenti che saranno posti alla base delle testate.
Sono avanzi da moduli precedenti e vanno portati a misura come da segno a matita.

In basso a sinistra i longheroni, in questi moduli per la verità non sono molto lunghi, e le vie di corsa su cui poggia binario e massicciata.

A matita le tracce dei tagli per separare i longheroni Sud e Nord.

Foto Mario De Prisco
22 febbraio 2018
foto successiva
foto successiva

In questa carrellata di fotografie, scattate durante la costruzione parallela di due piccoli moduli FREMO per armonizzare il collegamento fra moduli con testate diverse, troverete una specie di "Corso Rapido" per la realizzazione di moduli FREMO di qualsiasi dimensione e forma.

Le tecniche illustrate andranno quindi bene non solo per moduli di dimensioni maggiori ma addirittura per diorami che nulla hanno a che vedere con FREMO o per componenti di plastici di tipo tradizionale.

Gli attrezzi utilizzati:
- seghetto alternativo;
- avvitatore;
- squadretta;
- pennello per colla;
- graffettatrice manuale;
- taglierino a lama spezzabile;
- spugnetta abrasiva:
- pettine per traverse;
- biglietti da visita
- saldatore;
- scottex;
- trapanino modellistico con mola diamantata;
- giravite cercafase;
- tenaglia spellafili;
- pistola per colla a caldo;
- forbici;
- phon;
- colino da the;
- dosatore per massicciata;
- spazzola a setole dure (quella per i colletti delle camicie);
- spruzzatore vaporizzatore;
- siringa (senza ago!);
- piccolo aspirapolvere da tastiera PC;
- ritagli di cartoncino per schermature.

Ed ora tocca affrontare un brutto argomento: la geografia. 🙂
La necessità di distinguere i lati di un modulo ha portato all'impiego di una nomenclatura standard che si rifà ai punti cardinali
Come in ogni cartina geografica su carta o su Google Maps i punti cardinali sono disposti così:
........ nord ......
ovest ........ est
......... sud .......
Per convenzione le testate sono poste ad ovest e ad est
I longheroni invece stanno sui lati nord e sud.
Per abitudine personale al nord cerco di attribuire il lato monte della collina oppure, nei moduli di pianura, il longherone più lungo.
Purtroppo ogni tanto è necessario guardare il modulo dal lato inferiore oppure, più semplicemente per la propria schiena, lavorare con il modulo sottosopra.
Un consiglio utile è quello di marcare con i punti cardinali i lati del modulo sfruttando il bordo del multistrato per i longheroni ed i rinforzi per le rispettive testate.
Prestare attenzione al fatto che visti da sotto i lati est e ovest invertono la loro posizione.
Aggiungo che di conseguenza gli angoli del modulo vengono individuati dalle coppie:
Nord-Ovest (NO)
Nord-Est (NE)
Sud-Ovest (SO)
Sud-Est (SE)

Notazione che torna utilissima per le gambe. Dopo qualche dispiacere iniziale abbiamo infatti considerato che è preferibile assegnare ciascuna gamba sempre al proprio modulo ed al proprio angolo.

Questi moduli di raccordo sono lunghi ciascuno 25cm e pertanto sono privi di gambe. Ricordate che per la vostra comodità i moduli più lunghi di 50cm è bene che abbiano almeno due gambe mentre se la lunghezza supera il metro il montaggio sarà facilitato dalla presenza di quattro gambe.
FREMO-Calabria ha sviluppato un progetto per le gambe dei moduli molto pratico nell'utilizzo e nel trasporto: a questo link i disegni particolareggiati.
2663

Segnala ad un amico
Nome mittente
Email mittente (*)
Nome destinatario
Email destinatario(*)
Messaggio (max 250 car.)
Inviami una copia

I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori

I dati inseriti sono usati per il solo trattamento di invio
della mail e saranno conservati nei database a solo scopo
di monitoraggio e prevenzione degli abusi.

Indietro Torna al portale	Inizio

© 2004,2008 T-I-M-O-N-E.IT - Tutti i diritti riservati. 
Ing. Mario De Prisco - Rende - P.I. 00992050781
© 2008 Le stagioni dei treni - Tutti i diritti riservati.