testata
Plastico o diorama?
Più che un amletico dubbio... un complimento!
foto precedente

foto precedente


Uno dei portali sulla linea di base. Ammirevole il dettaglio di molti particolari.

Foto Mario De Prisco
12 agosto 2010
foto successiva
foto successiva

Un pomeriggio libero nella mia breve permanenza a Villapiana... la disponibilità di Luigi a seguirmi per fare il viaggio in compagnia... ed ecco che si concretizza l'occasione di arrivare fino a Bernalda (MT) per la visita al plastico di Gigi.

Pur lasciando alle didascalie delle foto il compito di illustrare i particolari... non posso proprio risparmiarmi una descrizione generale del plastico!
Da un anello di base con annesso cappio di ritorno, si diparte una linea che attraversa una stazione nascosta a quattro binari poi una stazione di transito a due binari ed infine una stazione terminale ancora solo abbozzata. Di fatto il plastico può essere gestito come una linea punto a punto (PAP).
Oltre alla linea a scartamento normale ne è presente una a scartamento ridotto che condivide con lo scartemento maggiore la stazione di transito opportunamente attrezzata sul primo binario con armamento a doppio scartamento. Tutto il binario in vista è di produzione Tillig.

Il plastico è completamente digitale non solo per il movimento dei convogli ma anche per il comando degli scambi attraverso il software RocoMotion.

Ed ora la parola alle immagini!
13585

Segnala ad un amico
Nome mittente
Email mittente (*)
Nome destinatario
Email destinatario(*)
Messaggio (max 250 car.)
Inviami una copia

I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori

I dati inseriti sono usati per il solo trattamento di invio
della mail e saranno conservati nei database a solo scopo
di monitoraggio e prevenzione degli abusi.

Indietro Torna al portale	Inizio

© 2004,2021 T-I-M-O-N-E.IT - Tutti i diritti riservati. 
Ing. Mario De Prisco - Rende - P.I. 00992050781
© 2008,2021 Le stagioni dei treni - Tutti i diritti riservati.