testata
Ricordi di Rotaie
Area di libero accesso
Home
Il nostro gruppo
Il coordinatore
La materia
Come operiamo
Qualche esempio...
Come abbonarsi
Link utili
I collaboratori RdR
Convenzioni grafiche
In poltrona...
Ricerca collaboratori
Aggiungi ai preferiti
Mappa del sito
Collaborazioni e contatti
L'angolo del relax
Bacheca Domande&Risposte
Dicono di noi
Area Abbonati
Login/Logout
La rete ferroviaria italiana
Le circolari
Regione per Regione
Ambiente RdR
Articoli


La newsletter

Se vuoi cancellare la tua iscrizione, clicca qui

 
Le vecchie schede

Info Argomenti FAQ Ricerche

Rammentiamo che con il link "Argomenti" si ha accesso alle schede pubblicate qualche anno fa fra le pagine del sito WEB "Ferrovie On Line". Tali schede sono pertanto da considerarsi puramente esemplificative e, oltre ad essere parziali, non sono aggiornate per quanto riguarda contenuti e formati. Esempi più aggiornati possono essere scaricati cliccando sul link "Qualche esempio..." mentre per avere accesso a tutti i file è necessario abbonarsi con le modalità presentate in "questa pagina".

1-/-0/2004 (0019) A
A238 B05 set 03 -d-pec--l - BOLOGNA

Posti di servizio:
Bertalia [ex Bivio Bertalia (Primo)]
Bivio Agucchi
Bivio Arcoveggio
Bivio Battiferro
Bivio Bertalia
Bivio Calderara
Castelmaggiore
Bivio Crociali
Bivio Ferrara
Bivio Lavino
Bivio Navile
Bivio Pescarola
Bivio Reno
Bivio San Donato
Bivio Santa Viola
Bivio San Vitale
Bivio Tavernelle
Bivio Trebbo
Bivio Verona
Bologna Borgo Panigale [ex Borgo Panigale]
Bologna Centrale
[ex Bologna]
Bologna Corticella [ex Corticella]
Bologna Fiere
Bologna Interporto
Bologna Panigale Scala [ex Panigale Scala]
Bologna Ravone [ex Bologna Smistamento] [ex Bologna Scalo Succursale]
Bologna San Donato
Bologna San Ruffillo
Bologna San Vitale
Bologna San Vitale+Zanolini+Universita‚
[ex Bologna San Vitale (Prima)]
Bologna Via Larga [ex Via Larga]
Bologna Via Libia [ex Via Libia]
Bologna Via Rimesse [ex Via Rimesse]
Bologna Via Scandellara [ex Via Scandellara]
Borgonuovo
Ca‚ dell‚Orbo [ex Roveri Ca‚ dell‚Orbo] [ex Villanova Ca‚ dell‚Orbo]
Calderara [ex Calderara di Reno]
Casalecchio di Reno [ex Casalecchio (Prima)]
Casalecchio (Fcv)
Casalecchio Garibaldi
Casalecchio Palasport
Casteldebole
Castenaso
Castenaso+Stellina
Ceretolo
Doppio Bivio Rimesse [ex Bivio Rimesse]
Funo Centergross
Lavino
Lavino di Sopra (Sbv)
[ex Lavino (Seconda Fcv)]
Mirandola+Ozzano
Ozzano nell‚Emilia
Piazzale Arcoveggio [ex Bologna Arcoveggio]
Pilastrino di Zola Predosa+Zona Industriale
Pontecchio Marconi
Riale
Roveri
San Giacomo del Martignone
San Giorgio di Piano
[ex San Giorgio in Piano]
San Lazzaro di Savena [ex San Lazzaro]
Strada Leona
Tavernelle Emilia [ex Tavernelle d‚Emilia] [ex Tavernelle]
Triplo Bivio Beverara [ex Bivio Beverara]
Villanova


Elenco Distanze:
Bertalia - Bivio Agucchi 0+143
Bertalia - Bivio Santa Viola 1+039
Bertalia - Bivio Verona 1+076
Bertalia - Bologna Ravone 0+861
Bivio Agucchi - Bivio Battiferro 2+317
Bivio Agucchi - Bologna Ravone 1+196
Bivio Agucchi - Triplo Bivio Beverara 3+050
Bivio Arcoveggio - Bivio Navile 1+207
Bivio Arcoveggio - Bologna Fiere 1+522
Bivio Arcoveggio - Piazzale Arcoveggio 2+521
Bivio Battiferro - Bivio Ferrara 2+219
Bivio Battiferro - Bologna Centrale 3+380
Bivio Battiferro - Bologna Corticella 3+610
Bivio Bertalia - Bivio Calderara 2+457
Bivio Bertalia - Bivio Pescarola 1+550
Bivio Bertalia - Bivio Trebbo 1+225
Bivio Calderara - Bivio Tavernelle 2+606
Bivio Calderara - Lavino 5+028
Bivio Crociali - Bologna Centrale 3+447
Bivio Crociali - Bologna San Ruffillo 2+971
Bivio Crociali - Doppio Bivio Rimesse 1+139
Bivio Ferrara - Bivio Verona 0+157
Bivio Ferrara - Bologna Centrale 1+158
Bivio Lavino - Bivio Reno 0+988
Bivio Lavino - Bologna Borgo Panigale 0+724
Bivio Lavino - Bologna Panigale Scala 0+373
Bivio Lavino - Lavino 4+548
Bivio Navile ˆ Triplo Bivio Beverara 0+381
Bivio Navile - Piazzale Arcoveggio 1+988
Bivio Pescarola - Bivio Trebbo 1+655
Bivio Pescarola - Triplo Bivio Beverara 0+268
Bivio Reno - Bivio Santa Viola 0+556
Bivio Reno - Bologna Borgo Panigale 0+938
Bivio San Donato - Bologna Fiere 0+117
Bivio San Donato - Bologna San Donato 1+439
Bivio San Donato - Doppio Bivio Rimesse 1+656
Bivio San Vitale - Bologna Centrale 4+036
Bivio San Vitale - Doppio Bivio Rimesse 1+591
Bivio San Vitale - San Lazzaro di Savena 2+657
Bivio Santa Viola - Bologna Ravone 1+515
Bivio Tavernelle - Calderara 1+969
Bivio Tavernelle - Tavernelle Emilia 2+762
Bivio Trebbo - Bologna Corticella 2+850
Bologna Borgo Panigale - Casalecchio di Reno (soppressa) 4+802
Bologna Borgo Panigale - Casalecchio di Reno 4+828
Bologna Borgo Panigale ˆ Casteldebole 1+429
Bologna Centrale - Bologna Ravone 1+531
Bologna Centrale - Bologna San Vitale 1+780
Bologna Centrale - Piazzale Arcoveggio 1+306
Bologna Corticella ˆ Castelmaggiore 2+804
Bologna Interporto ˆ Castelmaggiore 3+034
Bologna Interporto ˆ San Giorgio di Piano 4+442
Bologna Panigale Scala - Calderara 1+863
Bologna Ravone - Piazzale Arcoveggio 1+935
Bologna San Donato - Doppio Bivio Rimesse 1+050
Bologna San Vitale - Bologna San Vitale+Zanolini+Università 0+000
Bologna Via Larga - Roveri 0+479
Bologna Via Larga - Strada Leona 1+321
Bologna Via Libia - Bologna San Vitale 0+780
Bologna Via Libia ˆ Bologna Via Rimesse 0+620
Bologna Via Rimesse - Bologna Via Scandellara 0+820
Bologna Via Scandellara - Strada Leona 0+258
Borgonuovo - Casalecchio di Reno 3+530
Borgonuovo ˆ Pontecchio Marconi 2+326
Ca‚ dell‚Orbo - Castenaso+Stellina 1+857
Ca‚ dell‚Orbo ˆ Villanova 0+826
Casalecchio (Fcv) - Casalecchio di Reno 1+32
Casalecchio (Fcv) - Ceretolo 1+325
Casalecchio di Reno ˆ Casalecchio Garibaldi 1+030
Casalecchio di Reno - Ceretolo 1+750
Casalecchio Garibaldi ˆ Casteldebole 2+369
Casalecchio Garibaldi ˆ Ceretolo 1+170
Casalecchio Palasport - Ceretolo 1+155
Casalecchio Palasport - Riale 0+517
Castelmaggiore ˆ Funo Centergross 2+036
Castenaso - Castenaso+Stellina 1+103
Funo Centergross ˆ San Giorgio di Piano 5+938
Lavino di Sopra (Sbv) ˆ Pilastrino di Zola Predosa+Zona Industriale 0+6
Mirandola+Ozzano ˆ Ozzano nell‚Emilia 2+017
Mirandola+Ozzano - San Lazzaro di Savena 4+213
Pilastrino di Zola Predosa+Zona Industriale ˆ Riale 1+098
Roveri ˆ Villanova 1+264
San Giacomo del Martignone - Tavernelle Emilia 4+623

Cronografia:
I= 21/07/1859
Le Sflic attivano la prima linea bolognese fino a Piacenza, in previsione del collegamento con Milano. La più importante stazione cittadina, denominata Bologna e poi Bologna Centrale, viene fin dall‚inizio posta nell‚area dove, caso raro in Italia, si trova tuttoggi.

II= 01/09/1861
In origine dalla stessa Bologna Centrale, che diventa in tal modo stazione passante, ed esattamente nella direzione opposta della linea per Piacenza, é aperto da parte della Spc il collegamento con Forlì, primo tronco del tracciato che porterà a Rimini ed Ancona.
Il 14/11/1861, grazie all‚apertura del tronco Milano - Piacenza, viene raggiunta Milano e, solo 3 giorni dopo, l‚attivazione del tratto Rimini - Ancona consente il collegamento con la città adriatica.

III= 26/01/1862
Bologna si appresta ad assumere la caratteristica configurazione di cerniera delle future relazioni ferroviarie nazionali con l‚apertura della linea per Ferrara che si origina dal bivio omonimo. In prosecuzione da Ferrara é previsto raggiungere in tempi brevi Padova dove allacciarsi alla già operativa Milano - Venezia.

IV= 18/08/1862
Per consentire il collegamento con il Sud del paese, viene aperto per conto della Sfic il primo tratto fino a Vergato della linea transappenninica Porrettana, che si distacca dalla Bologna - Milano presso il Bivio Reno.
Con l‚ultimo tratto da Pracchia a Pistoia, realizzato il 03/11/1864, che qui consente l‚allacciamento alla Pisa - Lucca - Firenze, il primo collegamento tra Milano ed il resto del Nord Italia con la Capitale é così realizzato.
Il 14/05/1865 tutte le linee bolognesi vengono accentrate nella gestione Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic, salvo la linea per Ancona che passa alle Sifm.
Il 11/06/1866, con l‚apertura della Rovigo - Padova, viene raggiunta Venezia.
Il 27/04/1885 alle Sfai ed alle Sifm subentrano la Rm e la Ra.

V= 07/04/1887
Con diramazione dal Bivio Verona, si raggiunge San Giovanni in Persiceto, primo tronco di quello che dovrebbe rappresentare il collegamento diretto con Verona ed il Brennero. A differenza delle altre linee che già si aprono a raggiera da Bologna, questa dovrà sopportare un calvario unico in Italia: essendo già attivo il più lungo ed impegnativo settore montano da Verona al Brennero, i 94 km restanti da San Giovanni in Persiceto a Verona vedranno il completamento solo 40 anni dopo, al prezzo di vari lotti successivi di pochi chilometri ciascuno ma, soprattutto, il doppio binario, previsto fin dall‚origine ed attivato invece solo fino a Tavernelle Emilia, é di la da venire ancora oggi, con i lavori iniziati ed interrotti decine di volte.

VI= 21/05/1887
La Sv apre al servizio la linea per Budrio, primo tronco dei collegamenti che da qui dirameranno verso Medicina il 10/07/1887, da una parte, e verso Molinella il 16/08/1887, dall‚altra. La linea si avvale di una stazione terminale sua propria, Bologna San Vitale (Prima), poi Bologna San Vitale+Zanolini+Università.

VII= 03/11/1887
Bologna San Vitale+Zanolini+Università viene ben presto collegata a Bologna Centrale tramite un raccordo che solo in tempi recenti, da pochi anni, é stato utilizzato anche dai treni viaggiatori.
Massalombarda é raggiunta da Medicina il 4 dicembre dello stesso anno e Portomaggiore da Molinella il 21 dicembre.

VIII= 10/07/1899
Per ovviare alle onerose manovre connesse con la difficile geometria della Porrettana, relativamente alle relazioni Milano - Roma, viene attivato il raccordo Bivio Lavino - Borgo Panigale, poi Bologna Borgo Panigale, che evita, almeno ai treni merci, l‚inversione di marcia e la retrocessione a Bologna Centrale.
Il 01/07/1905 quasi tutte le linee italiane passano alla gestione Fs. Ciò avviene anche per le linee bolognesi. Rimangono sotto gestione privata le sole linee Sv.

IX= 1910
Inizia la seconda fase dello sviluppo ferroviario di Bologna. Fino ad allora la città risulta collegata con il resto d‚Italia con un ventaglio di linee passanti che l‚hanno imposta come baricentro delle relazioni nazionali. L‚aumento del traffico, la carenza di strutture ferroviarie cittadine e l‚insufficienza della Porrettana fanno definire l‚esigenza di un nuovo attraversamento appenninico e, soprattutto, la creazione di nuovi scali locali, l‚ampliamento dei vecchi ed una loro migliore interconnessione. Infatti da questo momento tutte le nuove linee aperte a Bologna riguarderanno non più allacciamenti con il resto del paese, salvo la Direttissima per Firenze, ma collegamenti interni al nodo, adeguamento di strutture esistenti e nuovi scali periferici.
Il primo passo é l‚apertura di una nuova stazione, Bologna Smistamento, poi Bologna Ravone, cui vengono demandate tutte le funzioni merci, liberando in tal modo Bologna Centrale che si specializza nel solo settore passeggeri. Le due stazioni vengono collegate tra di loro con un breve raccordo.

X= 29/08/1918
Si razionalizzano gli accessi a Bologna Ravone, evitando così inversioni di marcia ed impegni di treni merci a Bologna Centrale, con l‚apertura del raccordo con la linea per Milano tramite il Bivio Bertalia (Primo), che successivamente diverrà la fermata Bertalia, espletante anche servizio viaggiatori. É contemporaneo l‚altro raccordo che da Bertalia porta, attraverso il futuro Bivio Agucchi, al Bivio Battiferro e che consente l‚allacciamento alla linea per Venezia.
Finalmente, il 01/02/1924, Verona viene raggiunta, sia pure con un solo binario, grazie all‚attivazione dell‚ultimo tronco fra il Bivio Santa Lucia ed Isola della Scala. Sono passati 40 anni dall‚apertura del primo lotto della stessa relazione.

XI= 1930
Esigenze a carattere urbanistico determinano la chiusura del primitivo tracciato della Porrettana fra Bologna Borgo Panigale e Casalecchio di Reno. Questo viene sostituito dalla variante tuttoggi in servizio e spostata su di un tracciato più ad Ovest.

XII= 1933
L‚ampliamento di Bologna Centrale, per adeguarla alle nuove esigenze di traffico, e particolarmente lo spostamento del deposito locomotive nella zona dove sorge attualmente, decreta la soppressione del primo tratto della linea verso Ferrara e Venezia, dal Bivio Ferrara al Bivio Battiferro e sua sostituzione con l‚odierna variante. Risultano disattivati lo stesso Bivio Ferrara ed il Bivio Verona, sostituiti da tratti di binario indipendente.
Anche per Bologna Ravone viene operato un riassetto dei raccordi di collegamento con l‚apertura degli allacciamenti sul futuro Bivio Agucchi e sul Bivio Santa Viola, in sostituzione del primitivo tracciato attraverso Bertalia, che cessa così le doppie funzioni di bivio e fermata. Il Bivio Santa Viola rimpiazza, con un breve tratto di binario indipendente, il Bivio Reno.

XIII= 22/04/1934
La Direttissima per Firenze é completata, abbreviando in tal modo la distanza e soprattutto i tempi di collegamento fra il Nord e la Capitale. Su di essa é aperta una nuova stazione periferica: Bologna San Ruffillo. Contemporaneamente vengono attivati ulteriori raccordi e soprattutto il primo tratto della Cintura ferroviaria che permette il transito attraverso il nodo di Bologna senza attraversare Bologna Centrale. Il primo lotto di Cintura, dal Bivio Crociali al Bivio Agucchi, consente la connessione fra Direttissima e Bologna Ravone. Inoltre il raccordo Bivio San Vitale - Bivio Rimesse, poi Doppio Bivio Rimesse, permette identiche funzioni a favore della linea Adriatica. Infine viene attivato lo scalo satellite di Bologna Arcoveggio, poi Piazzale Arcoveggio, che risulta collegato alla rete con 4 raccordi a ventaglio: su Bologna Ravone, su Bologna Centrale, sulla Cintura in direzione Est con il Bivio Arcoveggio, ed in direzione Ovest con il Bivio Navile.

XIV= 29/10/1938
Parentesi privata a cura della Fcv che, sul tracciato di una preesistente tranvia, apre al servizio la linea Casalecchio (Fcv) - Vignola (Est Fcv), collegata alle Fs con il raccordo tra Casalecchio (Fcv) e Casalecchio di Reno.

XV= 15/05/1941
In pieno periodo bellico, e quindi anche per esigenze militari, viene attivato il ramo Ovest della cintura con il tronco Lavino - Bivio Beverara, poi Triplo Bivio Beverara.

XVI= 14/05/1942
Un anno dopo il nodo di Bologna raggiunge l‚assetto definitivo attuale con l‚attivazione della grande stazione di smistamento di Bologna San Donato, in posizione decentrata verso la parte Nord-Est della Cintura, a cui viene collegata tramite i raccordi per il Doppio Bivio Rimesse e per il Bivio San Donato; con l‚allacciamento della linea del Brennero con la Cintura tramite il raccordo Bivio Tavernelle - Bivio Calderara; con la stessa operazione per la linea di Venezia tramite il raccordo Bologna Corticella - Bivio Trebbo - Bivio Bertalia e Bivio Trebbo - Bivio Pescarola.

XVII= 04/1945
Inizia la terza fase storica di Bologna ferroviaria che non porterà più alcun nuovo binario ma solo soppressioni.
Danni di guerra determinano la chiusura del raccordo Bivio Lavino - Bologna Borgo Panigale che, per la limitata residua importanza della Porrettana, non verrà più riattivato. La stessa sorte tocca poco dopo alle fermate Strada Leona sulla linea per Budrio e San Lazzaro di Savena sull‚Adriatica.

XVIII= 18/02/1967
Chiusura al traffico viaggiatori della Casalecchio (Fcv) - Vignola (Est Fcv), che passa alla gestione Atpb per il residuo servizio merci e quindi, il 01/01/1975, alla Atcb. Anche il raccordo Bivio Trebbo - Bivio Pescarola viene soppresso per una decisione che però si rivelerà temporanea. Alla riapertura le funzioni del Bivio Pescarola passeranno al Triplo Bivio Beverara.

XIX= 18/03/1975
Per migliorare le manovre dei carri di ciò che rimane del traffico merci sulla linea Bazzanese per Vignola, viene aperta una variante fra Ceretolo e Casalecchio di Reno con la quale si consente ai convogli l‚ingresso diretto in quest‚ultima stazione. Di conseguenza risultano soppressi in via definitiva il vecchio tracciato fra Ceretolo e Casalecchio (Fcv), Casalecchio (Fcv) stessa, ed il raccordo che la legava a Casalecchio di Reno.
Nel frattempo l‚altra linea privata per Budrio e Portomaggiore passa dalla gestione Sv alla Traro.

XX= 31/06/1987
Attivazione di numerose fermate su quest‚ultima linea che assume così le caratteristiche di linea metropolitana fino a Budrio e la denominazione di „Suburbana‰. Le nuove strutture sono Bologna Via Rimesse, Bologna Ghiberti+Scandellara+Santa Rita, Ca' dell'Orbo, Castenaso+Stellina ed alla gestione Traro subentra la Fbpa. Dopo cento anni dall‚apertura del raccordo tra Bologna Centrale e Bologna San Vitale+Zanolini+Università viene aperto un regolare servizio passeggeri sul medesimo tratto.

XXI= 22/05/1993
Disattivazione degli scali di Bologna Ravone e Bologna Arcoveggio che trasferiscono le loro funzioni a Bologna San Donato. A quest‚ultimo, declassato a deposito carri come dipendenza di Bologna Centrale, muta la denominazione di Piazzale Arcoveggio. Soppressione di tutti i raccordi che li collegano alla cintura e quindi le linee che da Bologna Ravone vanno verso Bivio Santa Viola, Bologna Centrale, Bivio Agucchi, Triplo Bivio Beverara, Bivio Battiferro e da Piazzale Arcoveggio verso Bivio Arcoveggio, Bivio Navile, Bologna Centrale, Bologna Ravone.
Il Bivio Agucchi, il Bivio Battiferro, il Bivio Arcoveggio ed il Bivio Navile perdono le loro funzioni di punti di diramazione. Risultano nel frattempo soppresse anche le fermate di Bologna Panigale Scala e la ex stazione, poi fermata, subito fuori Bologna di San Giacomo del Martignone.

XXII= 23/09/1993
Nel settore Nord del nodo è aperto al servizio lo scalo intermodale di Bologna Interporto, tra le stazioni di San Giorgio in Piano e Castelmaggiore, cui è collegato con un raccordo indipendente.

XXIII= 25/09/1994
Altre fermate urbane arricchiscono il servizio metropolitano della linea per Budrio. Sono attivate Bologna Via Larga, Bologna Via Libia, che rimarrà peraltro molti anni nel limbo delle opere interrotte, e Villanova.

XXIV= 10/04/2000
Viene riattivata la linea merci Bivio Arcoveggio - Bologna Arcoveggio ˆ Bologna Centrale per esigenze industriali di alcune aziende della zona. Bologna Arcoveggio stessa, con la denominazione di Piazzale Arcoveggio, ritorna in servizio come dipendenza di Bologna Centrale. In data 01/12/2000 le tutte le linee delle Fs passano di proprietà a Rfi e la gestione viene affidata a Ti.

XXV= 31/12/2002
Notevole fermento nella zona a cavallo del fiume Reno. In previsione della riattivazione della vecchia linea Fcv, ora Sbv, per Vignola e nell‚ambito di un più ampio progetto di linea metropolitana fino a Budrio Stazione attraverso Bologna Centrale, è attivato un nuovo raccordo da Ceretolo verso Nord che si innesta sulla Porrettana presso la nuova stazione di diramazione di Casalecchio Garibaldi, comprendente 3 binari Rfi e 2 Sbv.
Una nuova riattivazione interessa il tratto fra il Bivio Santa Viola e Bologna Centrale via Bologna Ravone, determinata dall‚esigenza di sgravare le linee Dorsale e del Brennero, dove queste escono da Bologna Centrale lato Milano viaggiando su 4 binari affiancati, con parte del traffico in provenienza dalla Porrettana. Lo scopo si ottiene utilizzando il raccordo, ancora in efficienza, che porta dal Bivio Santa Viola a Bologna Ravone e da qui al piazzale Ovest di Bologna Centrale. Bologna Ravone viene inglobata da Bologna Centrale. Sempre sulla Porrettana, tra il Bivio Reno e Bologna Borgo Panigale sorge un‚ulteriore fermata urbana: Casteldebole mentre la stazione di Casalecchio di Reno viene trasformata in fermata. Sull‚Adriatica, subito dopo Mirandola Ozzano, è attivata l‚altra fermata di Ozzano nell‚Emilia.

XXVI= 15/09/2003
Anche grazie al raccordo Casalecchio Garibaldi ˆ Ceretolo, la linea bazzanese viene riattivata fino a Bazzano (Sbv) ed entra a far parte del collegamento metropolitano che, attraverso Bologna Centrale, giunge fino a Budrio Stazione.


BOLOGNA

Casalecchio di Reno - Casalecchio (Fcv)
Apertura : 29/10/1938
Chiusura : 18/02/1967
Altre Date:
05/04/1883 apertura della tranvia a vapore Bologna Piazza Malpighi ˆ Meloncello.
05/06/1883 prolungamento della tranvia da Meloncello a Casalecchio.
09/12/1883 prolungamento della tranvia su di un tracciato parallelo fino a Bazzano.
25/08/1886 (28/04/1886) (28/05/1886) prolungamento della tranvia fino a Vignola.
01/05/1907 elettrificazione della tranvia a 500 Vcc Fino a Casalecchio e contestuale spostamento del capolinea da Piazza Malpigli a Porta Saragozza.
28/10/1938 soppressione della tranvia ed inaugurazione della ferrovia.
1944 chiusura temporanea per danni di guerra.
10/1950 riattivazione del servizio da Casalecchio (Fcv) a Savignano Panaro.
10/1955 riattivazione del servizio su tutta la linea.
19/02/1967 passaggio gestione del servizio merci da Fcv ad Atpb.
01/01/1975 passaggio gestione da Atpb ad Atcb.
01/01/1975 passaggio gestione del servizio merci da Atpb a Atcb.
18/03/1975 apertura della variante fra Casalecchio di Reno e Ceretolo per evitare la retrocessione a Casalecchio (Fcv) e soppressione definitiva del tronco Ceretolo ˆ Casalecchio (Fcv).
21/06/2001 passaggio gestione da Atcb a Sbv.
31/12/2002 apertura del nuovo raccordo fra Casalecchio Garibaldi e Ceretolo.
15/09/2003 riattivazione della linea per Vignola (Est Sbv) fino a Bazzano (Sbv).

Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : singolo 30 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+32
Esercente ...... : FCV Ferrovia Casalecchio Vignola
Posti di servizio:
0+000 Lor Casalecchio (Fcv)
1+32 Adfr Casalecchio di Reno [ex Casalecchio (Prima)]

Diramazioni: Da Casalecchio di Reno per Casalecchio Garibaldi, Bologna Borgo Panigale, Casalecchio (Fcv), Ceretolo, Pistoia.

Note: Raccordo parzialmente in sede stradale fra la linea Fcv e la rete Fs, attraverso il deposito locomotive della Fcv. La data di chiusura si riferisce alla soppressione del servizio viaggiatori sulla linea per Vignola e conseguente decadimento del traffico. La soppressione definitiva deriva dalla razionalizzazione del percorso tra la linea per Vignola, nel frattempo utilizzata solo da sporadici convogli merci, e Casalecchio (Fcv), con l‚entrata in servizio della variante fra Ceretolo e la stazione Fs di Casalecchio di Reno, che permetteva l‚ingresso dei treni direttamente in questo scalo senza doppia manovra di retrocessione su Casalecchio (Fcv) e sul suo deposito locomotive. Tale raccordo è stato a sua volta sostituito da un terzo raccordo a doppio binario da Ceretolo in direzione Nord, che si innesta a Casalecchio Garibaldi, attivato in funzione della riapertura della Bazzanese e del suo inserimento in un itinerario metropolitano attraverso Bologna Centrale fino a Budrio.
La stazione di Casalecchio di Reno è stata recentemente declassata a fermata.

Stato attuale: Livello III° Il caratteristico piccolo fabbricato viaggiatori di Casalecchio (Fcv) é stato demolito ed il relativo piazzale é adibito a parcheggio auto. La seconda parte del raccordo é ancora utilizzata come collegamento fra Casalecchio di Reno ed il deposito locomotive della Sbv.


Casalecchio di Reno - Ceretolo
Apertura : 18/03/1975
Chiusura : 31/12/2002
Altre Date:
05/04/1883 apertura della tranvia a vapore Bologna Piazza Malpighi ˆ Meloncello.
05/06/1883 prolungamento della tranvia da Meloncello a Casalecchio.
09/12/1883 prolungamento della tranvia su di un tracciato parallelo fino a Bazzano.
25/08/1886 (28/04/1886) (28/05/1886) prolungamento della tranvia fino a Vignola.
01/05/1907 elettrificazione della tranvia a 500 Vcc Fino a Casalecchio e contestuale spostamento del capolinea da Piazza Malpigli a Porta Saragozza.
28/10/1938 soppressione della tranvia ed inaugurazione della ferrovia.
1944 chiusura temporanea per danni di guerra.
10/1950 riattivazione del servizio da Casalecchio (Fcv) a Savignano Panaro.
10/1955 riattivazione del servizio su tutta la linea.
19/02/1967 passaggio gestione del servizio merci da Fcv ad Atpb.
01/01/1975 passaggio gestione da Atpb ad Atcb.
18/03/1975 apertura della variante fra Casalecchio di Reno e Ceretolo per evitare la retrocessione a Casalecchio (Fcv) e soppressione definitiva del tronco Ceretolo ˆ Casalecchio (Fcv).
21/06/2001 passaggio gestione da Atcb a Sbv.
31/12/2002 apertura del nuovo raccordo fra Casalecchio Garibaldi e Ceretolo.
15/09/2003 riattivazione della linea per Vignola (Est Sbv) fino a Bazzano (Sbv).

Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : singolo 30 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+750
Esercente ...... : SBV
Posti di servizio:
0+000 Adfr Casalecchio di Reno [ex Casalecchio (Prima)]
1+750 Df Ceretolo

Diramazioni: Da Casalecchio di Reno per Casalecchio Garibaldi, Bologna Borgo Panigale, Casalecchio (Fcv), Ceretolo, Pistoia.
Da Ceretolo per Casalecchio di Reno, Casalecchio Garibaldi, Casalecchio (Fcv), Bazzano (Sbv).

Note: Secondo raccordo tra la linea Bazzanese e la Rfi, entrato in servizio per consentire al residuo traffico merci della Bazzanese di evitare le varie ed impegnative manovre legate alla complessa geometria del vecchio raccordo che, tra l‚altro, prevedeva un‚ulteriore inversione di marcia all‚interno del deposito locomotive della Fcv. La data di attivazione determinò la soppressione definitiva di tale raccordo e del superstite tronco Casalecchio (Fcv) ˆ Ceretolo, mentre la sua soppressione fu determinata dalla riapertura della linea Bazzanese con origine a Casalecchio Garibaldi, avvenuta qualche tempo dopo l‚apertura del terzo raccordo a doppio binario Ceretolo - Casalecchio Garibaldi che ora fa parte integrante della linea stessa. Questa verrà inserita in un itinerario metropolitano attraverso Bologna Centrale fino a Budrio.
La stazione di Casalecchio di Reno è stata recentemente declassata a fermata.

Stato attuale: Livello II° La linea è ancora armata ma in presumibile, veloce degrado per abbandono. Il Fabbricato viaggiatori di Ceratolo e stato rammodernato in conseguenza della riapertura della linea Bazzanese.


Casalecchio (Fcv) ˆ Ceretolo
Apertura : 29/10/1938
Chiusura : 18/02/1967
Altre Date:
05/04/1883 apertura della tranvia a vapore Bologna Piazza Malpighi ˆ Meloncello.
05/06/1883 prolungamento della tranvia da Meloncello a Casalecchio.
09/12/1883 prolungamento della tranvia su di un tracciato parallelo fino a Bazzano.
25/08/1886 (28/04/1886) (28/05/1886) prolungamento della tranvia fino a Vignola.
01/05/1907 elettrificazione della tranvia a 500 Vcc Fino a Casalecchio e contestuale spostamento del capolinea da Piazza Malpigli a Porta Saragozza.
28/10/1938 soppressione della tranvia ed inaugurazione della ferrovia.
1944 chiusura temporanea per danni di guerra.
10/1950 riattivazione del servizio da Casalecchio (Fcv) a Savignano Panaro.
10/1955 riattivazione del servizio su tutta la linea.
19/02/1967 passaggio gestione del servizio merci da Fcv ad Atpb.
01/01/1975 passaggio gestione da Atpb ad Sbv.
18/03/1975 apertura della variante fra Casalecchio di Reno e Ceretolo per evitare la retrocessione a Casalecchio (Fcv) e soppressione definitiva del tronco Ceretolo ˆ Casalecchio (Fcv).
21/06/2001 passaggio gestione da Atcb a Sbv.
31/12/2002 apertura della variante fra Casalecchio Garibaldi e Ceretolo.
15/09/2003 riattivazione della linea per Vignola (Est Sbv) fino a Bazzano (Sbv).

Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : singolo 30 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+375
Esercente ...... : FCV Ferrovia Casalecchio Vignola
Posti di servizio:
0+000 Lor Casalecchio (Fcv)
1+375 Df Ceretolo

Diramazioni: Da Ceretolo per Casalecchio di Reno, Casalecchio Garibaldi, Casalecchio (Fcv), Bazzano (Sbv).

Note: Tratto iniziale della linea Bazzanese nel suo tracciato iniziale d‚origine. Inizialmente considerata come capolinea, Casalecchio (Fcv) era collegata alla rete Rfi tramite un raccordo che, attraverso un‚inversione presso il deposito locomotive sociale, portava fino a Casalecchio di Reno. La data di chiusura, riferendosi alla soppressione del servizio viaggiatori, non tiene conto degli avvenimenti successivi. Terminato il traffico viaggiatori, quello merci è continuato fino a poco tempo fa a livelli sempre più ridotti. Per favorire lo scambio dei rotabili ed evitare tutte le manovre tra Casalecchio (Fcv) e Casalecchio di Reno, nel 1975 fu posta in essere la variante fra Casalecchio di Reno e Ceretolo che determinava quindi la soppressione definitiva del tronco Ceretolo ˆ Casalecchio (Fcv) e del raccordo tra qui e Casalecchio di Reno.

Stato attuale: Livello II°. Il caratteristico piccolo fabbricato viaggiatori di Casalecchio (Fcv) é stato demolito ed il relativo piazzale é adibito a parcheggio auto. Lo spezzone di linea, che non sarà riattivato, é ancora parzialmente evidente nella massicciata.


Casalecchio Garibaldi - Ceretolo - Lavino di Sopra (Sbv)
Apertura : 29/10/1938
Chiusura : 18/02/1967
Riattivaz.: 15/09/2003
Altre Date:
05/04/1883 apertura della tranvia a vapore Bologna Piazza Malpighi ˆ Meloncello.
05/06/1883 prolungamento della tranvia da Meloncello a Casalecchio.
09/12/1883 prolungamento della tranvia su di un tracciato parallelo fino a Bazzano.
25/08/1886 (28/04/1886) (28/05/1886) prolungamento della tranvia fino a Vignola.
01/05/1907 elettrificazione della tranvia a 500 Vcc Fino a Casalecchio e contestuale spostamento del capolinea da Piazza Malpigli a Porta Saragozza.
28/10/1938 soppressione della tranvia ed inaugurazione della ferrovia.
1944 chiusura temporanea per danni di guerra.
10/1950 riattivazione del servizio da Casalecchio (Fcv) a Savignano Panaro.
10/1955 riattivazione del servizio su tutta la linea.
19/02/1967 passaggio gestione del servizio merci da Fcv ad Atpb.
01/01/1975 passaggio gestione da Atpb ad Atcb.
18/03/1975 apertura della variante fra Casalecchio di Reno e Ceretolo per evitare la retrocessione a Casalecchio (Fcv) e soppressione definitiva del tronco Ceretolo ˆ Casalecchio (Fcv).
21/06/2001 passaggio gestione da Atcb a Sbv.
31/12/2002 apertura della variante fra Casalecchio Garibaldi e Ceretolo.
15/09/2003 riattivazione della linea per Vignola (Est Sbv) fino a Bazzano (Sbv).

Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : singolo 30 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 4+7
Esercente ...... : FCV Ferrovia Casalecchio Vignola
Posti di servizio:
0+000 Lor Casalecchio Garibaldi
1+375 Df Ceretolo
2+630 F Casalecchio Palasport
3+047 F Riale
4+145 F Pilastrino di Zola Predosa+Zona Industriale
4+7 Fs Lavino di Sopra (Sbv) [ex Lavino di Sopra (Fcv)] [ex Lavino (Seconda Fcv)]

Diramazioni: Da Ceretolo per Casalecchio di Reno, Casalecchio Garibaldi, Casalecchio (Fcv), Bazzano.

Note: Tratto iniziale della linea Bazzanese nel suo tracciato iniziale d‚origine. Inizialmente attestata come capolinea a Casalecchio (Fcv), era collegata alla rete Rfi tramite un raccordo che, attraverso un‚inversione presso il deposito locomotive sociale, portava fino a Casalecchio di Reno. La data di chiusura, riferendosi alla soppressione del servizio viaggiatori, non tiene conto degli avvenimenti successivi. Terminato il traffico viaggiatori, quello merci è continuato fino a poco tempo fa a livelli sempre più ridotti. Per favorire lo scambio dei rotabili ed evitare tutte le manovre tra Casalecchio (Fcv) e Casalecchio di Reno, nel 1975 fu posta in essere la variante fra Casalecchio di Reno e Ceretolo che determinava quindi la soppressione definitiva del tronco Ceretolo ˆ Casalecchio (Fcv) e del raccordo tra qui e Casalecchio di Reno.
La linea è dovrebbe entrare a far parte di un tracciato metropolitano fino a Budrio Stazione attraverso Bologna Centrale e la linea della Fbpa e grazie al nuovo raccordo, posto in opera da Ceretolo verso Nord, che si innesta sulla Porrettana a Casalecchio Garibaldi, stazione di diramazione che presenta 3 binari Rfi e due Sbv.
Nel 1993, tra le varie iniziative tese a favorire un eventuale ripristino del traffico viaggiatori, é da citare come curiosità un servizio saltuario effettuato con elettromotrici Fs ETR.221, in origine da Bologna Centrale, attraverso Casalecchio di Reno, ad uso dei tifosi della locale squadra di pallacanestro, che hanno percorso circa 2 km della linea fino ad una fermata appositamente creata tra Riale e Ceretolo, denominata Casalecchio Palasport, adiacente al Palazzetto dello Sport.


© 2004,2023 T-I-M-O-N-E.IT - Tutti i diritti riservati. 
© 2008,2023 Ricordi di Rotaie - Tutti i diritti riservati.