testata
Ricordi di Rotaie
Area di libero accesso
Home
Il nostro gruppo
Il coordinatore
La materia
Come operiamo
Qualche esempio...
Come abbonarsi
Link utili
I collaboratori RdR
Convenzioni grafiche
In poltrona...
Ricerca collaboratori
Aggiungi ai preferiti
Mappa del sito
Collaborazioni e contatti
L'angolo del relax
Bacheca
Dicono di noi
Area Abbonati
Login/Logout
La rete ferroviaria italiana
Le circolari
Regione per Regione
Ambiente RdR


La newsletter

Se vuoi cancellare la tua iscrizione, clicca qui

 
Le vecchie schede

Info Argomenti FAQ Ricerche

Rammentiamo che con il link "Argomenti" si ha accesso alle schede pubblicate qualche anno fa fra le pagine del sito WEB "Ferrovie On Line". Tali schede sono pertanto da considerarsi puramente esemplificative e, oltre ad essere parziali, non sono aggiornate per quanto riguarda contenuti e formati. Esempi più aggiornati possono essere scaricati cliccando sul link "Qualche esempio..." mentre per avere accesso a tutti i file è necessario abbonarsi con le modalità presentate in "questa pagina".

4-/-0/2006 (0328) A
A324 B07 feb 05 T-------- - Milano

Posti di servizio:
Bivio Acquabella
Bivio Ghisolfa [ex Quadrivio Ghisolfa] [ex Bivio Ghisolfa]
Bivio Ghisolfa (Primo) [ex Biforcazione della Lupetta]
Bivio Lambrate
Bivio Lambro
Bivio Magna
Bivio Massena
Bivio Mirabello
Bivio Musocco
Bivio Naviglio Grande
Bivio Ortica
Bivio Ortica (Primo)
Bivio Passarella
Bivio Porta Romana
Bivio Prato Centenaro
Bivio Rogoredo
Bivio Sempione
Bivio Simonetta
Bivio Sordio
Bivio Taliedo [ex Quadrivio Taliedo] [ex Doppio Bivio Taliedo]
Bivio Taverna
Bivio Trecca (Primo)
Bivio Turro [ex Doppio Bivio Turro]
Bivio Venezia
Bivio Vercelli (Milano) [ex Bivio Maddalena]
Bivio Vigevano
Borgolombardo
Chiaravalle Milanese
Chiasserini
Corsico
Doppio Bivio Greco [ex Triplo Bivio Greco] [ex Doppio Bivio Greco] [ex Bivio Magazzini]
Doppio Bivio Lambrate
Doppio Bivio Porta Vittoria [ex Bivio Porta Vittoria]
Doppio Bivio San Donato
Fornasette
Librera Transito [ex La Librera]
Mac Mahon
Magazzini Raccordati
Melegnano
Milano Bovisa
Milano Centrale
Milano Centrale (Prima) [ex Ferdinandea]
Milano Certosa
Milano Certosa (Prima) [ex Musocco]
Milano Dateo
Milano Farini
Milano Fiorenza
Milano Greco+Pirelli [ex Milano Greco] [ex Greco Milanese]
Milano Lambrate
Milano Lambrate (Prima) [ex Lambrate]
Milano Lambrate Scalo
Milano Lancetti Ghisolfa [ex Milano Lancetti]
Milano Martesana
Milano Nord Affori [ex Affori]
Milano Nord Bovisa (Prima)
Milano Nord Bovisa+Politecnico [ex Milano Nord Bovisa]
Milano Nord Bruzzano [ex Bruzzano]
Milano Nord Bullona
(Milano Nord) Domodossola
Milano Nord Domodossola+Fiera
Milano Nord Piazzale Cadorna
Milano Nord Quarto Oggiaro [ex Quarto Oggiaro]
(Milano Nord) Sangiorgio
Milano Nord Simonetta
Milano Porta Garibaldi [ex Milano Porta Nuova (Quinta)]
Milano Porta Garibaldi Passante
Milano Porta Garibaldi (Prima) [ex Milano Porta Nuova (Terza)]
Milano Porta Genova [ex Milano Porta Ticinese]
Milano Porta Nuova (Prima)
Milano Porta Nuova (Quarta)
Milano Porta Nuova (Seconda)
Milano Porta Romana
Milano Porta Romana (Scalo)
Milano Porta Sempione
Milano Porta Venezia
Milano Porta Vittoria
Milano Porta Vittoria (Passante)
Milano Porta Vittoria (Prima)[ex Milano Porta Tosa]
Milano Repubblica
Milano Rogoredo Parco Nord
Milano Rogoredo Parco Sud
Milano Rogoredo[ex Rogoredo]
Milano San Cristoforo
Milano San Rocco
Milano Smistamento Fascio Segrate
Milano Smistamento [ex Milano Lambrate Smistamento]
Milano Villapizzone
Pioltello+Limito [ex Limito]
Rho
San Donato Milanese
San Giuliano Milanese
San Zenone al Lambro
Segrate
Sesto San Giovanni
Sesto San Giovanni (Prima)
Tavazzano [ex Favazzano]
Trecca [ex Bivio Trecca]
Trezzano sul Naviglio
Triplo Bivio Seveso [ex Bivio Seveso] [ex Bivio Vialone Monza]
Elenco Distanze:
1+02 Bivio Acquabella - Bivio Lambrate
0+94 Bivio Acquabella - Bivio Venezia
2+209 Bivio Acquabella - Milano Centrale (Prima)
1+25 Bivio Acquabella - Milano Porta Vittoria (Prima)
0+22 Bivio Ghisolfa - Bivio Ghisolfa (Primo)
0+289 Bivio Ghisolfa - Milano Bovina
0+891 Bivio Ghisolfa - Milano Farini
1+13 Bivio Ghisolfa - Milano San Rocco
0+726 Bivio Ghisolfa - Villapizzone
0+911 Bivio Ghisolfa (Primo) ˆ Bivio Simonetta
0+889 Bivio Ghisolfa (Primo) ˆ Milano San Rocco
0+97 Bivio Lambrate ˆ Bivio Ortica
0+97 Bivio Lambrate - Bivio Venezia
2+442 Bivio Lambro ˆ Milano Lambrate
3+204 Bivio Lambro ˆ Milano Porta Vittoria (Passante)
3+667 Bivio Lambro - Segrate
1+515 Bivio Lambro (Primo) - Milano Lambrate
1+59 Bivio Magna - Bivio Mirabello
0+541 Bivio Magna - Bivio Passarella
0+47 Bivio Magna - Milano Porta Garibaldi
0+46 Bivio Magna - Milano Porta Nuova (Quarta)
0+56) Bivio Magna - Milano Porta Nuova (Seconda
0+540 Bivio Massena ˆ (Milano Nord) Domodossola
0+150 Bivio Massena - (Milano Nord) Sangiorgio
0+894 Bivio Mirabello - Bivio Prato Centenaro
1+428 Bivio Mirabello - Bivio Turro
1+322 Bivio Musocco - Milano Certosa
1+635 Bivio Musocco ˆ Milano Villapizzone
3+863 Bivio Musocco - Triplo Bivio Seveso
1+984 Bivio Naviglio Grande - Bivio Vercelli (Milano)
3+750 Bivio Naviglio Grande - Milano Porta Romana (Scalo)
2+443 Bivio Naviglio Grande - Milano San Cristoforo
1+121 Bivio Ortica - Bivio Taliedo
1+005 Bivio Ortica - Bivio Taverna
0+104 Bivio Ortica - Milano Lambrate (Prima)
Bivio Ortica (Primo) ˆ Bivio Taliedo
Bivio Ortica (Primo) ˆ Milano Lambrate
0+8 Bivio Ortica (Primo) ˆ Milano Lambrate (Prima)
0+968 Bivio Passarella - Bivio Vigevano
0+07 Bivio Passarella - Milano Porta Garibaldi
0+71 Bivio Porta Romana - Bivio Trecca
1+260 Bivio Porta Romana - Milano Porta Romana
0+741 Bivio Porta Romana - Milano Rogoredo Parco Nord
1+078 Bivio Porta Romana - Trecca
1+025 Bivio Prato Centenaro ˆ Milano Greco+Pirelli
0+961 Bivio Prato Centenaro - Triplo Bivio Seveso
1+535 Bivio Rogoredo - Chiaravalle Milanese
0+254 Bivio Rogoredo - Milano Rogoredo
1+6 Bivio Rogoredo - San Donato Milanese (linea soppressa)
1+793 Bivio Rogoredo - San Donato Milanese
0+354 Bivio Sempione ˆ Milano Nord Bullona
0+324 Bivio Sempione - Milano Nord Domodossola+Fiera
0+811 Bivio Simonetta - Bivio Vigevano
2+080 Bivio Simonetta - Milano Porta Sempione
9+526 Bivio Sordio - Borgolombardo
2+895 Bivio Sordio ˆ Melegnano
2+895 Bivio Sordio ˆ San Zenone al Lambro
2+554 Bivio Taliedo ˆ Milano Lambrate
1+330 Bivio Taliedo - Milano Porta Vittoria
1+200 Bivio Taliedo - Trecca
? Bivio Taverna ˆ Milano Lambrate
? Bivio Taverna ˆ Milano Rogoredo
0+521 Bivio Trecca (Primo) ˆ Doppio Bivio Porta Vittoria
1+270 Bivio Trecca (Primo) - Milano Rogoredo Parco Nord
0+051 Bivio Turro - Doppio Bivio Greco
0+492 Bivio Turro ˆ Magazzini Raccordati
1+754 Bivio Turro - Triplo Bivio Seveso
0+67 Bivio Venezia - Doppio Bivio Porta Vittoria
1+47 Bivio Venezia - Milano Porta Vittoria (Prima)
1+536 Bivio Vercelli (Milano) - Milano Porta Genova
0+33 Bivio Vigevano ˆ Milano Farini
0+779 Bivio Vigevano - Milano San Rocco
1+985 Borgolombardo - Doppio Bivio San Donato
1+9 Borgolombardo - San Giuliano Milanese (soppressa)
1+933 Borgolombardo - San Giuliano Milanese
1+588 Chiasserini ˆ Milano Nord Bovisa (Prima)
0+498 Chiasserini ˆ Milano Nord Quarto Oggiaro
2+140 Corsico - Milano San Cristoforo
3+288 Corsico - Trezzano sul Naviglio
1+735 Doppio Bivio Greco - Milano Greco+Pirelli
2+189 Doppio Bivio Greco - Milano Lambrate
2+248 Doppio Bivio Lambrate ˆ Milano Lambrate
1+226 Doppio Bivio Lambrate ˆ Milano Lambrate (Prima)
1+124 Doppio Bivio Lambrate ˆ Milano Smistamento
1+494 Doppio Bivio Porta Vittoria ˆ Milano Porta Vittoria
0+065 Doppio Bivio San Donato - San Donato Milanese
0+63 Fornasette - Milano Greco+Pirelli
3+08 Fornasette - Sesto San Giovanni (Prima)
0+439 Librera Transito - Milano Farini
0+641 Librera Transito - Milano Nord Bovisa+Politecnico
1+181 Mac Mahon ˆ Milano Nord Bovisa+Politecnico
0+87 Mac Mahon - Milano Nord Simonetta
0+665 Mac Mahon - Milano Nord Bullona
4+698 Melegnano - San Giuliano Milanese
0+437 Milano Bovisa ˆ Milano Villapizzone
3+351 Milano Centrale - Milano Greco+Pirelli
3+817 Milano Centrale - Milano Lambrate
2+5 Milano Centrale - Milano Martesana
3+503 Milano Centrale - Triplo Bivio Seveso
0+350 Milano Centrale (Prima) - Milano Porta Nuova (Quarta)
0+040 Milano Certosa - Milano Certosa (Prima)
1+280 Milano Certosa ˆ Milano Villapizzone
3+111 Milano Certosa (Prima) - Milano Fiorenza

6+004 Milano Certosa (Prima) ˆ Rho
1+313 Milano Dateo - Milano Porta Venezia
1+155 Milano Dateo - Milano Porta Vittoria (Passante)
2+709 Milano Greco+Pirelli - Sesto San Giovanni (Prima)
0+37 Milano Lambrate - Milano Lambrate Scalo
Milano Lambrate ˆ Milano Rogoredo
1+911 Milano Lancetti Ghisolfa - Milano Nord Bovisa+Politecnico
1+324 Milano Lancetti Ghisolfa - Milano Porta Garibaldi Passante
2+302 Milano Lancetti Ghisolfa ˆ Milano Villapizzone
1+912 Milano Nord Affori - Milano Nord Bovisa (Prima)
1+242 Milano Nord Affori - Milano Nord Bruzzano
1+911 Milano Nord Bovisa+Politecnico ˆ Milano Lancetti Ghisolfa
0+000 Milano Nord Bovisa+Politecnico - Milano Nord Bovisa (Prima)
0+037 (Milano Nord) Domodossola ˆ Milano Nord Domodossola+Fiera
0+990 Milano Nord Piazzale Cadorna ˆ (Milano Nord) Sangiorgio
0+21 Milano Porta Garibaldi - Milano Porta Garibaldi (Prima)
1+088 Milano Porta Garibaldi Passante - Milano Repubblica
0+31 Milano Porta Garibaldi (Prima) - Milano Porta Nuova (Quarta)
0+32 Milano Porta Garibaldi (Prima) - Milano Porta Nuova (Seconda)
3+376 Milano Porta Genova - Milano San Cristoforo
0+28 Milano Porta Nuova (Prima) - Milano Porta Nuova (Seconda)
3+1 Milano Porta Nuova (Seconda) ˆ Milano Porta Vittoria (Prima)
0+551 Milano Porta Romana - Milano Porta Romana (Scalo)
0+946 Milano Porta Venezia ˆ Milano Repubblica
1+815 Milano Porta Vittoria - Trecca
0+421 Milano Rogoredo - Milano Rogoredo Parco Sud
0+65 Milano Rogoredo Parco Nord - Milano Rogoredo Parco Sud
2+098 Milano Rogoredo Parco Nord - Trecca
2+075 Milano Smistamento - Milano Smistamento Fascio Segrate
4+834 Pioltello+Limito - Milano Smistamento
2+497 Pioltello+Limito - Segrate
San Zenone al Lambro ˆ Gavazzano
1+078 Sesto San Giovanni - Sesto San Giovanni (Prima)

Cronografia:
I= 18/08/1840
Apertura all‚esercizio da parte della società Sfmm della Milano - Monza, seconda linea ferroviaria italiana. La prima stazione cittadina é Milano Porta Nuova (Prima). La sede giace lungo una direttrice Nord - Sud ed occupa parzialmente ad una quota differente la stessa area della linea attuale che congiunge, in galleria, dopo la curva a sinistra, Milano Porta Garibaldi con Milano Greco+Pirelli, percorrendo quindi Via Restelli.

II= 17/02/1846
Apertura da parte della Saff della Milano - Treviglio, primo tronco della linea per Venezia, che ha origine presso la stazione di testa di Milano Porta Vittoria (Prima), situata all'incrocio tra Via Marcona e Via Fiamma. Non coincideva quindi con l'attuale Milano Porta Vittoria ma si trovava leggermente più a Nord.
La linea si ricongiunge alla sede attuale nella zona dove é oggi Milano Smistamento.
Il 01/10/1849 la linea di Monza viene prolungata fino a Camnago ed il 06/12/1849 arriva a Camerlata, sobborgo di Como, il cui centro città verrà raggiunto solo il 27/07/1875.

III= 24/06/1850
Apertura della nuova stazione di Milano Porta Nuova (Seconda), sulla linea per Monza - Camerlata, che sostituisce Milano Porta Nuova (Prima) da cui dista circa 200 m verso Nord e che é rimasta in servizio meno di 10 anni. Frattanto la linea da Venezia via Bergamo avanza su vari tronchi: il 13/12/1842 era stata aperta al traffico la Venezia - Padova ed il 13/01/1846 era stata la volta della Padova - Vicenza, mentre il 03/07/1848 i binari arrivavano a Verona Porta Vescovo. In data 14/12/1852 viene attivata la Verona Porta Vescovo - Verona Porta Nuova; il 22/04/1854 la Verona Porta Nuova - Rovato ed il tronco intermedio Bergamo - Coccaglio; il 22/04/1857 tocca alla Coccaglio - Rovato ed infine il 12/10/1857 si registra la saldatura definitiva con la Treviglio - Bergamo.
Il 17/04/1856 tutte le linee milanesi vengono concentrate sotto la gestione Sflv.
Il 12/09/1857 inizia la costruzione di Milano Centrale (Prima). Un Bivio provvisorio viene creato nella posizione dove sorgerà, 7 anni dopo, il Bivio Magna allo scopo di permettere l‚inoltro dei materiali dalla linea per Monza al costruendo rilevato della nuova stazione.

IV= 18/10/1858
Apertura della Magenta - Milano, primo tronco della linea verso Torino. Il percorso coincide con quello odierno attraverso le attuali stazioni di Milano Certosa e la futura Milano Porta Garibaldi; quindi si innesta, con una curva a 90 gradi, nella stazione di Milano Porta Nuova (Seconda).

V= 06/1859
Attivazione della linea militare provvisoria fra le stazioni di Milano Porta Nuova (Seconda) e Milano Porta Vittoria (Prima) (ex Milano Porta Tosa), all'esterno della cinta delle Mura Spagnole e quindi in corrispondenza dei viali dell'attuale circonvallazione tranviaria, per consentire il rapido attraversamento della città da parte delle truppe franco-piemontesi, all‚inseguimento degli Austriaci verso Est, durante la Seconda Guerra d‚Indipendenza.

VI= 20/12/1860
Si attiva la diramazione che da Rho porta a Gallarate, primo lotto di quella che diverrà un asse primario di comunicazione internazionale: la linea del Sempione.

VII= 14/11/1861
Entra in servizio, con capolinea in Milano Porta Vittoria (Prima), attraverso quelli che diverranno successivamente Bivio Venezia, Bivio Trecca (Primo) e Milano Rogoredo Parco Nord, la linea per Lodi e Piacenza, dove si salda alla preesistente Piacenza - Bologna.

VIII= 10/05/1864
Fino a questa data le linee milanesi di Nord-Ovest (Como e Torino) si attestano a Milano Porta Nuova (Seconda) e sono completamente avulse da quelle di Sud-Est (Venezia e Bologna) con capolinea a Milano Porta Vittoria (Prima). Tra l'altro le due stazioni sono ben distanti fra di loro ed ogni prosecuzione di viaggio da una linea all'altra comporta notevoli disagi. Ora finalmente le varie linee vengono collegate con il Passante che parte dal Bivio Passerella, attivato allo scopo di permettere il collegamento della linea di Torino con quella di Como al Bivio Magna, e termina per il momento a Milano Porta Vittoria (Prima). I servizi vengono accentrati nella stazione di Milano Centrale (Prima), inaugurata il 11/02/1864 ed il nodo acquista un aspetto più organico. Vengono aperti i raccordi Bivio Magna - Milano Centrale (Prima) e Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che consentono ai treni in origine da Milano Centrale (Prima) l'istradamento diretto rispettivamente per Como e Venezia.
Il 14/05/1865 l'insieme di tali linee passa dalla gestione Sflv a quella delle Sfai, società nata dalla fusione tra le Sflv stesse, le Sfsp, le Sflic e la Sfic.

IX= 17/01/1870
Apertura all'esercizio della linea per Vigevano, sulla direttrice di Mortara. Il tracciato, in diramazione dalla linea per Torino presso il Bivio Vigevano, prosegue come una sorta di Cintura Ovest per gli impianti, non ancora attivati, del Bivio Simonetta, dello scalo di Milano Porta Sempione, del Bivio Maddalena, poi Bivio Vercelli (Milano), e transita per Milano Porta Ticinese, primitiva denominazione di Milano Porta Genova, che diverrà successivamente stazione terminale. Lo stesso periodo vede l‚apertura della linea per Pavia, in direzione di Genova, che dirama dalla linea per Bologna presso il nuovo scalo di Rogoredo, poi Milano Rogoredo.

X= 01/01/1873
Cessano il servizio le stazioni di Milano Porta Nuova (Seconda), e quindi i tronchi che la collegano al Bivio Magna ed al Bivio Passarella, e Milano Porta Vittoria (Prima), e quindi i tronchi che la collegano al Bivio Acquabella, al Bivio Lambrate ed al Bivio Venezia. Le due stazioni vengono sostituite nel servizio merci da Milano Porta Garibaldi (Prima), inizialmente conosciuta con il nome di Milano Porta Nuova (Terza) mentre i servizi passeggeri sono concentrati a Milano Centrale (Prima) che viene collegata direttamente alla linea per Bologna con il raccordo dal Bivio Acquabella al futuro Bivio Venezia. In tal modo il Bivio Acquabella passa a controllare la diramazione verso Milano Rogoredo e Bologna al posto di quella soppressa verso Milano Porta Vittoria (Prima). Il Bivio Lambrate cessa temporaneamente il servizio.

XI= 25/03/1879
Apertura del collegamento Milano - Saronno da parte della Safmsme. La linea, parallela alla tranvia a cavalli di poco anteriore (24/06/1877), si attesta presso la stazione di Milano Nord Piazzale Cadorna, non ancora completata.

XII= 16/07/1879
Viene attivata sulla direttrice di Erba la Milano - Paderno Dugnano, sempre a cura della Safmsme, che dirama dalla Milano - Saronno presso la stazione di Milano Nord Bovisa. Cinque mesi dopo, il 31/12/1879, la linea raggiunge Erba.

XIII= 01/02/1880
Ancora la Safmsme attiva lo scalo della Librera Transito, raccordato a Milano Nord Bovisa, per il successivo allacciamento con le Fs, aperto al servizio 10 mesi dopo, il 01/12/1880, dalla Librera Transito al Bivio Ghisolfa, successivamente Quadrivio Ghisolfa, successivamente Bivio Ghisolfa. Il 16/07/1883 le Nm subentrano alla Safmsme.

XIV= 15/09/1883
Allo scopo di permettere l‚istradamento diretto dalla linea proveniente da Torino al nuovo scalo di smistamento di Milano Porta Sempione, che assume il sovraccarico di lavoro della stazione di Milano Porta Garibaldi (Prima), sulla Cintura Ovest viene creato il raccordo Bivio Ghisolfa (Primo) - Bivio Simonetta, speculare rispetto a quello che dal Bivio Simonetta termina al Bivio Vigevano. In effetti la nuova stazione entra pienamente in esercizio solo il 2 dicembre dello stesso anno.
Nel 1885 le Nm portano a compimento i lavori di Milano Nord Piazzale Cadorna. Il 01/07/1885 tutte le linee milanesi, salvo quelle della Nm, passano dalla gestione Sfai a quella Rm e Ra. Le due società subentranti dividono il nodo nei settori di competenza.
Nel luglio del 1887 la Sft confluisce nella rete Nm che, in data 07/03/1894, raggiunge l'assetto definitivo con l'apporto della Fns.

XV= 01/06/1891
Viene completata la saldatura della cintura ferroviaria intorno alla città con l'apertura al servizio del settore Sud. La linea in rilevato si origina al Bivio Vercelli (Milano), poco a Sud di Milano Porta Sempione, prosegue attraverso il futuro Bivio Naviglio Grande, Milano Porta Romana (Scalo), Bivio Porta Romana e termina nella stazione di Milano Rogoredo. Milano Porta Romana (Scalo) é la denominazione dello scalo merci attivato in posizione leggermente discosta da quella occupata dalla stazione odierna omonima. Viene attivata la nuova stazione di Mlano Lambrate (Prima), situata sulla linea Milano ˆ Venezia, a Est del soppresso Bivio Lambrate.

XVI= 16/07/1896
Al Bivio Porta Romana un raccordo verso il Bivio Trecca (Primo) permette la connessione della Cintura Sud con il Passante. Viene attivata la nuova stazione di Mlano Lambrate (Prima), situata sulla linea Milano ˆ Venezia, a Est del soppresso Bivio Lambrate

XVII= 30/06/1904
Viene aperto il collegamento diretto fra la linea per Venezia e quelle verso Sud con un raccordo che dal Bivio Lambrate raggiunge il Passante al Bivio Venezia.
In tal modo il Bivio Venezia é riattivato su diramazioni differenti da quelle primitive.
Il 01/07/1905 la totalità delle linee milanesi, salvo quelle esercite dalle Nm, passa alle Fs e subito dopo, il 20/12/1905, si pone mano al progetto di ristrutturazione dell'intero nodo. Si prevedono aperture di nuove linee di penetrazione e di cintura ma anche soppressioni in forma massiccia. I lavori interesseranno l'intera struttura del nodo e, al loro termine, ne avranno radicalmente mutato l'aspetto, portandolo quasi completamente alla forma attuale.
Il 29/04/1906 iniziano i lavori di costruzione di Milano Centrale.

XVIII= 16/03/1911
Entra in servizio la nuova stazione di Milano Porta Vittoria, poco discosta dalla zona dove sorgeva Milano Porta Vittoria (Prima), e viene collegata al Passante in direzione Sud attraverso il nuovo Bivio Porta Vittoria.

XIX= 16/05/1911
Nel settore Ovest del piazzale di Milano Centrale (Prima) viene ricavata una nuova stazione specificamente destinata a capolinea di relazioni locali a terza rotaia; anche questa prenderà il nome di Milano Porta Nuova (Quarta). Apertura del nuovo scalo merci di Milano Farini poco discosto da Milano Porta Garibaldi (Prima) e raccordato alla rete con il Bivio Ghisolfa.

XX= 17/07/1911
Attivazione del nuovo collegamento fra la rete Nm e quella Fs attraverso il raccordo Librera Transito - Milano Farini.

XXI= 23/09/1914
Entrano in servizio le nuove stazioni di Milano Greco, poi Milano Greco+ Pirelli, Milano Lambrate e Milano Smistamento, questa inizialmente denominata Lambrate Smistamento, collegate fra di loro da quello che diverrà il settore Nord-Est della Cintura, transitando attraverso il Bivio Turro, dalle differenti denominazioni, da cui dirama la breve linea che porta allo scalo dei Magazzini Raccordati e successivamente integrato dal Bivio Greco.
Il nuovo Doppio Bivio Lambrate, collocato presso Milano Smistamento, provvede da un lato agli istradamenti verso il nuovo scalo merci e verso Pioltello+Limito, mentre dall‚altro indirizza verso Milano Lambrate e verso Milano Lambrate (Prima), quest‚ultima raggiunta a sua volta anche da una seconda coppia di binari uscente dalla stessa Milano Smistamento e posata accanto a quella della Milano ˆ Venezia.

XXII= 01/12/1914
Un nuovo tronco di Cintura nel settore Nord-Ovest viene completato fra Musocco, poi Milano Certosa, e Milano Lambrate attraverso il futuro Bivio Musocco, il futuro Triplo Bivio Seveso ed il Bivio Turro.

XXIII= 16/05/1915
Per consentire l‚inoltro dei treni di servizio, viene attivato il collegamento della costruenda nuova stazione di Milano Centrale su un prolungamento della linea provenente da Como con le altre linee e stazioni attraverso i raccordi su Milano Lambrate ed sul Triplo Bivio Seveso. I lavori al monumentale fabbricato viaggiatori della stazione Centrale avranno però termine solo nel 1931, quando verranno effettivamente acquisite tutte le funzioni ferroviarie di pertinenza.

XXIV= 15/11/1915
La Cintura Sud viene raccordata alla linea per Vigevano tramite il tronco Bivio Naviglio Grande - Milano San Cristoforo.

XXV= 19/03/1917
Viene soppresso lo scalo di Milano Porta Garibaldi (Prima) le cui funzioni sono totalmente trasferite presso il nuovo impianto di Milano Farini. Questo a sua volta é collegato alla nuova Cintura Nord-Ovest con il raccordo Bivio Musocco - Bivio Ghisolfa che consente la connessione anche con Milano Centrale (Prima). La Cintura Nord é allacciata con Milano Greco+Pirelli tramite il raccordo da qui al Triplo Bivio Seveso.

XXVI= 12/03/1918
E‚ in costruzione, ma ancora lontana dall‚attivazione, la nuova Cintura Est con il tronco Milano Lambrate - Milano Rogoredo e sue diramazioni Pioltello+Limito - Milano Lambrate, Milano Smistamento - Quadrivio Taliedo, Trecca - Bivio Porta Romana. Alla Cintura Est viene allacciata Milano Porta Vittoria con un nuovo raccordo verso Nord fino al Quadrivio Taliedo.
Sull‚esistente raccordo fra la linea di Venezia e quelle verso Sud il Bivio Lambrate viene fagocitato dall‚ampliata stazione di Milano Lambrate (Prima), scomparendo come bivio autonomo, mentre all‚estremità opposta il Bivio Porta Vittoria, trasformato in doppio bivio, assorbe in posizione più meridionale anche le funzioni del preesistente Bivio Venezia, che cessa di esistere.
La stessa Milano Porta Vittoria viene collegata a Milano Rogoredo tramite un breve tronco che in parte andrà a costituire la sezione meridionale della Cintura Est.
Apertura della stazione passeggeri di Milano Porta Romana, dal caratteristico fabbricato a cavallo dei binari, poco discosta dallo scalo merci omonimo che cessa il servizio.

XXVII= 16/11/1922
La ristrutturazione del nodo di Milano prosegue con l‚attivazione della stazione merci di Milano Lambrate Scalo in diramazione dalla linea che unisce Milano Lambrate con Milano Smistamento.

XXVIII= 1928
Le Nm, nell'ambito di un loro progetto di potenziamento, attivano al servizio lo scalo di Milano Nord Simonetta, collegato con un raccordo che dirama da Milano Nord Bovisa e devia per il proprio breve tracciato nei pressi del posto di blocco Mac Mahon.

XXIX= 15/05/1929
L'ultimo breve raccordo ad essere attivato é il collegamento Bivio Mirabello - Bivio Turro, che permette l'istradamento da Milano Porta Nuova (Quarta) verso Milano Lambrate, evitando il lungo giro per il Bivio Musocco.

XXX= 01/07/1931
Inaugurazione della nuova stazione di Milano Centrale, con completa attuazione del trasferimento dei treni viaggiatori dalla vecchia Milano Centrale (Prima), che era già iniziato il 26 giugno precedente.
In coincidenza con l‚apertura del nuovo scalo viene attivata la nuova Cintura Est fra Milano Lambrate e Milano Rogoredo, inizialmente con una sola coppia di binari fino all‚altezza di Bivio Trecca, poi posto di movimento Trecca, e a quattro binari da qui a Milano Rogoredo. Il completamento dei quattro binari sull‚intera tratta sarà realizzato solo successivamente.
In parallelo viene soppresso tutto il vecchio Passante dal Bivio Passarella e da Milano Porta Nuova (Quarta) al Bivio Acquabella sui due rami verso Milano Rogoredo e verso Pioltello+Limito fin nei pressi di Milano Smistamento. Anche Milano Lambrate (Prima) risulta così soppressa. Resta soltanto un brevissimo spezzone dal Bivio Passarella a Milano Porta Nuova (Quarta), che sopravviverà fino al 1961. Risultano inoltre soppressi la residua diramazione del Passante da Milano Porta Nuova (Quarta) verso il Bivio Magna, il Bivio Magna stesso e la stazione di Milano Centrale (Prima), che viene immediatamente demolita.
In questo periodo sulla bretella Milano Lambrate ˆ Quadrivio Taliedo è attivo anche il Bivio Ortica (Primo), con un solo scambio da cui si diparte un binario unidirezionale concepito per l‚ingresso a Milano Smistamento, attraverso Milano Lambrate (Prima), dei treni merci in arrivo da Milano Greco e da Musocco. Tale soluzione avrà breve durata e in pochi anni il Bivio Ortica (Primo) sarà soppresso.

XXXI= 24/09/1931
Lo scalo di smistamento di Milano Porta Sempione viene escluso dal transito di convogli ordinari e con lui il tratto di linea fino al Bivio Vigevano. Dopo un breve periodo di transizione lo scalo rimane in servizio ridotto per qualche anno ancora quale deposito di carri merce e di vagoni in disarmo. In pratica scompare la Cintura Ovest dal Bivio Vigevano al Bivio Naviglio Grande con la sua diramazione Bivio Ghisolfa (Primo) - Bivio Simonetta. Di conseguenza risultano disattivati il Bivio Simonetta, il Bivio Vigevano, il Bivio Vercelli (Milano) ed il Bivio Naviglio Grande. Chiude anche il tratto dal Bivio Vercelli (Milano) a Milano Porta Genova, che diventa in tal modo stazione terminale.

XXXII= 01/07/1958
Soppressione dello scalo di Milano Nord Simonetta e del raccordo verso Milano Nord Bovisa che lo collegava al resto della rete.

XXXIII= 05/11/1961
Cessa il servizio l‚ultimo spezzone superstite dell‚originario Passante, utilizzato come raccordo tra Milano Porta Nuova (Quarta) ed il Bivio Passarella. Stazione e bivio sono a loro volta soppressi.

XXXIV= 1963
Entra in servizio la nuova stazione passeggeri di Milano Porta Garibaldi, inizialmente denominata Milano Porta Nuova (Quinta), che utilizza una buona parte dell‚area della demolita Milano Porta Garibaldi (Prima), ovvero Milano Porta Nuova (Terza). La configurazione del piazzale é singolare e risulta in parte di testa, per i treni in direzione di Milano San Rocco e Milano Bovisa, ed in parte passante. In quest‚area si attestano i treni per tutte le direzioni. La prosecuzione della linea in galleria che porta al Bivio Mirabello e che ricalca a quota più bassa il tracciato Bivio Passerella ˆ Bivio Magna risulta utilizzata dal solo traffico di servizio. Di conseguenza il tracciato originario cessa il servizio.

XXXV= 1988
Ancora sulla rete Nm si registra la chiusura dello scalo di transito della Librera Transito e di tutti i suoi raccordi che lo ponevano in collegamento con Mac Mahon, Bivio Ghisolfa e Milano Farini. Pertanto le Nm non risultano più raccordate in alcun modo alle Fs nell‚ambito del nodo di Milano. L‚anno successivo le stesse mutano denominazione in Fnme.

XXXVI= 1991
Soppressione della stazione di Milano Porta Vittoria e dei suoi raccordi di collegamento verso il Quadrivio Taliedo e verso il posto di movimento Trecca in previsione dell‚inizio lavori per il nuovo Passante in galleria. Il Quadrivio Taliedo diviene semplice Bivio.

XXXVII= 1993
Chiusura della linea diretta Milano Lambrate ˆ Pioltello+Limito, che viene smantellata in vista dei lavori di quadruplicamento del primo tratto della Milano ˆ Treviglio. Da questo momento e fino al 1999 i treni tra Milano Lambrate e Pioltello+Limito vengono deviati sulla sottostante linea merci transitante per Milano Smistamento.

XXXVIII= 10/1995
Il progetto di collegamento di Milano con Roma tramite una linea ad alta velocità prevede un‚adeguata ristrutturazione dell‚accesso in città della nuova linea, definita soprattutto nel quadruplicamento del tratto Milano Rogoredo - Melegnano. In attesa del collegamento, i cui tempi sono prevedibilmente lunghi e dilatati da problemi burocratici, iniziano i lavori nel settore Sud che comportano l‚abbandono di parte della vecchia sede tra Milano Rogoredo e la futura fermata di San Donato Milanese e tra Borgolombardo e San Giuliano Milanese.

XXXIX= 01/06/1997
Il quadruplicamento è completato fino alla struttura provvisoria del Bivio Sordio. Nello stesso tempo vengono attivate le strutture del Doppio Bivio San Donato e della fermata omonima, posta poco distante.

XL=21/12/1997
Apertura della prima tratta del nuovo Passante a doppio binario che, uscendo da Milano Nord Bovisa delle Fnme con due coppie di binari, poi riunite in una sola coppia nel sottosuolo all‚altezza dell‚ex scalo Librera Transito, attraverso Milano Lancetti Ghisolfa - Milano Porta Garibaldi Passante ˆ Milano Repubblica, raggiunge Milano Porta Venezia, dove è allestita un‚asta di manovra provvisoria. La linea ricalca in sotterraneo il tracciato dell‚antico Passante sopraelevato soppresso nel 1931. Milano Lancetti Ghisolfa, stazione-porta a quattro binari non prevista nel progetto originario, è pronta per accogliere anche il collegamento con i binari Fs: a tale scopo verso Ovest i binari si scavalcano a „salto di montone‰ per evitare intersezioni a raso.

XLI= 09/1998
Attivazione di Milano Smistamento Fascio Segrate, chiuso subito dopo. Per le poche settimane di esercizio ha visto l'arrivo e partenza di alcuni treni Cemat. Problemi riguardo al traffico collaterale di container via strada hanno causato la protesta dei comuni limitrofi e la chiusura.
Il Fascio Segrate sarà poi riattivato una seconda volta il 10/04/2003.

XLII= 30/05/1999
E‚ aperto anche il ramo Fs del Passante sotterraneo, in diramazione da Milano Lancetti Ghisolfa fino a Milano Certosa, che a sua volta subisce una completa trasformazione, con nuovo fabbricato viaggiatori costruito pochi metri più a Est del precedente, che sarà demolito, binari distinti per tipo di traffico e banchine semialte.

XLIII= 12/09/1999
Vengono attivati i due binari della nuova linea „veloce‰ fra Milano Lambrate e Pioltello+Limito, con contestuale inaugurazione del nuovo fabbricato viaggiatori di Milano Lambrate sul lato opposto rispetto al vecchio, che non viene demolito.
In data 01/12/2000 le tutte le linee delle Fs passano di proprietà a Rfi e la gestione viene affidata a Ti.

XLIV= 24/11/2001
Attivazione della nuova linea „lenta‰ a doppio binario fra Milano Lambrate e Pioltello+Limito, essendo stato attivato dal 10 dello stesso mese il binario pari, transitante dal futuro Bivio Lambro e dalla fermata di Segrate in costruzione.

XLV= 30/06/2002
Il nuovo Passante sotterraneo viene prolungato nella sua estremità orientale, raggiungendo così da Milano Porta Venezia il capolinea provvisorio di Milano Dateo, dove viene costruita una nuova asta provvisoria. All‚estremità opposta, sulla tratta Rfi Milano Lancetti Ghisolfa ˆ Milano Certosa, viene inaugurata la nuova fermata superficiale a sei binari di Milano Villapizzone, con banchine semialte e mezzanino sotterraneo, posta a pochi metri dal punto in cui sorgeva il piccolo fabbricato di Milano Bovisa Fs, demolito da alcuni anni.

XLVI= 14/09/2002
Nell‚ambito di interventi di potenziamento della rete Fnme, il quadruplicamento previsto da Milano Nord Piazzale Cadorna a Milano Nord Bovisa, viene attivato fino al nuovo Bivio Sempione, posto fra Milano Nord Bullona e (Milano Nord Domodossola); conseguentemente cessa l‚esercizio il Bivio Massena.

XLVII= 27/10/2002
Disattivazione del posto di movimento Trecca le cui funzioni passano a Milano Rogoredo.

XLVIII= 18/05/2003
Disattivazione di Milano Nord Bullona e sua contemporanea sostituzione con la nuova fermata di Milano Nord Domodossola+Fiera, aperta a poca distanza. Il giorno 5 dello stesso mese era stata attivata la fermata di Segrate, posta sulla linea „lenta‰ Milano Lambrate ˆ Pioltello+Limito.

XLIX= 12/12/2004
Il Passante sotterraneo risulta completato almeno relativamente al suo tracciato principale: da Milano Dateo viene raggiunta Milano Porta Vittoria (Sotterranea), futura stazione di diramazione per Milano Rogoredo, e da questa sbuca all‚esterno, affiancando la Cintura Est in direzione Nord e innestandosi alla linea lenta Milano Lambrate - Pioltello+Limito presso il Bivio Lambro; sottopassa poi i binari della Cintura Est, sottopassa la coppia Milano Lambrate - Bivio Taliedo, affianca per un breve tratto verso Est la linea Milano Smistamento - Bivio Ortica - Bivio Taliedo, si "immerge" nell'ex piazzale di Milano Lambrate (Prima), ne esce piegando verso Nord-Est, sottopassa la coppia dei binari „veloci‰ della Alto Padana e uno dei due binari della coppia „lenta‰ Milano Lambrate ˆ Segrate - Pioltello+Limito ed infine esce sul rilevato, al centro dei due binari della stessa linea „lenta‰ presso il Bivio Lambro.




Warning: getimagesize(http://img184.imageshack.us/img184/6465/a324mila2uf.png) [function.getimagesize]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.t-i-m-o-n-e.it/home/ricordi/rdr.rdr/rdrbox.php on line 49
Milano

Bivio Acquabella - Bivio Lambrate ˆ Bivio Ortica
Apertura : 10/05/1864
Chiusura : 01/07/1931
Altre Date:
Altre date 17/02/1846 apertura della Milano Porta Vittoria (Prima) - Treviglio e quindi del tronco dal futuro Bivio Lambrate a Milano Lambrate (Prima).
14/11/1861 apertura della linea per Piacenza e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Venezia.
10/05/1864 parziale apertura del Passante e quindi del tronco Bivio Acquabella - Milano Porta Vittoria (Prima) e della diramazione Bivio Acquabella - Bivio Lambrate.
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic.
01/01/1873 soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che da questa stazione diramano a ventaglio e quindi i tronchi verso il Bivio Acquabella, verso il Bivio Lambrate ed verso il futuro Bivio Venezia; apertura del nuovo raccordo Bivio Acquabella - Bivio Venezia.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Ra.
30/06/1904 apertura del raccordo Bivio Lambrate - Bivio Venezia.
01/07/1905 passaggio gestione da Ra a Fs.
12/03/1918 assorbimento del Bivio Lambrate nella stazione di Milano Lambrate (Prima) e trasformazione del Bivio Porta Vittoria in Doppio Bivio, che sostituisce così anche il preesistente Bivio Venezia.
01/07/1931 soppressione totale del Passante da Milano Porta Nuova (Quarta) al Bivio Acquabella e suoi due rami verso Milano Rogoredo e verso Pioltello+Limito, quindi, in particolare, del tronco Bivio Acquabella - ex Bivio Lambrate ˆ futuro Bivio Ortica - Milano Lambrate (Prima), nonché del raccordo fra Milano Lambrate (Prima) e il Doppio Bivio Porta Vittoria.
Pendenza massima : 0 mm/m
Raggio Minimo .. : 1190 m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 1+99
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Acquabella
1+02 B Bivio Lambrate
1+99 B Bivio Ortica
Diramazioni: Da Bivio Acquabella per Bivio Lambrate, Bivio Venezia, Milano Porta Vittoria (Prima), Milano Centrale (Prima).
Da Bivio Lambrate per Bivio Ortica, Bivio Venezia, Milano Porta Vittoria (Prima), Bivio Acquabella.
Da Bivio Ortica per Bivio Lambrate, Milano Lambrate (Prima), Bivio Taliedo, Bivio Taverna.
Note: Linea composta da due tronchi e cioè dal raccordo Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che permetteva la comunicazione diretta del Passante, e quindi di Milano Centrale (Prima), con la linea per Venezia, e da un breve spezzone della originaria linea per Venezia fra il Bivio Lambrate ed il futuro Bivio Ortica con prosecuzione su binari tuttora in servizio, per Milano Lambrate (Prima), già Lambrate, per Doppio Bivio Lambrate, per il futuro Milano Smistamento ed infine per Pioltello+Limito. In effetti il tratto fisicamente soppresso iniziava dal Bivio Acquabella mentre i binari ancora oggi in servizio si incontrano poco dopo il futuro Bivio Ortica che peraltro, costruito negli anni Ottanta del Novecento, è rimasto inutilizzato.
Il primo tronco fa parte del cosiddetto Incrocio di Porta Tosa, costituito dai lati e dalle diagonali di un quadrilatero i cui vertici sono rappresentati dal Bivio Acquabella, dal Bivio Lambrate, dal Bivio Venezia e da Milano Porta Vittoria (Prima), gia Milano Porta Tosa.
Nell'alternarsi dei vari tracciati che si sono succeduti negli anni, il Bivio Acquabella entrò inizialmente al servizio su diramazioni differenti da quelle che sarebbero state le linee controllate successivamente. Infatti fu attivato il 10/05/1864 in concomitanza con l'apertura del raccordo Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che, innestandosi sul tracciato del Passante Milano Centrale (Prima) - Milano Porta Vittoria (Prima), lo metteva in comunicazione diretta, unitamente alla prima stazione centrale, con la linea per Venezia. In data 01/01/1873, a seguito della soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che vi diramavano a ventaglio, e quindi in particolare della Milano Porta Vittoria (Prima) - Bivio Acquabella, questo passò a controllare la nuova diramazione verso Milano Rogoredo, determinata dall‚attivazione in pari data del raccordo Bivio Acquabella - futuro Bivio Venezia, che saldava il tronco settentrionale del Passante con quello meridionale e quindi permetteva l‚istradamento diretto Milano Centrale (Prima) - Bologna. La soppressione definitiva del Bivio Acquabella si ebbe l‚01/07/1931 quando vennero chiusi al servizio tutti i rami del vecchio Passante in favore della nuova Cintura Est.
Sorte similare toccò anche al Bivio Lambrate che, addirittura soppresso una prima volta, fu poi riattivato al servizio di bivio su diramazioni differenti da quelle d'origine. Inizialmente entrò in servizio il 10/05/1864 quando venne aperto il raccordo Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che, innestandosi fra il Passante Milano Centrale (Prima) - Milano Porta Vittoria (Prima) e Milano Porta Vittoria (Prima) - Venezia, metteva in comunicazione diretta il Passante, e quindi la prima stazione centrale, con la linea verso la città lagunare. In data 01/01/1873 la soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e quindi di tutte le linee che da questa diramavano a ventaglio, tra cui quella sul Bivio Lambrate, decretarono la prima chiusura provvisoria di quest'ultimo. La ripresa delle funzioni di bivio si riebbe il 30/06/1904 con l‚apertura del raccordo verso il Bivio Venezia che metteva in comunicazione la linea per Venezia con la parte meridionale del Passante.
In tal modo le diramazioni controllate divennero, oltre a quella originaria verso Pioltello+Limito e quindi Venezia da una parte e verso il Bivio Acquabella e Milano Centrale (Prima) dall'altra, anche quella verso il Bivio Venezia e quindi in direzione di Bologna.
Il 12/03/1918 tuttavia il Bivio Lambrate perse la propria autonomia, per divenire parte integrante della stazione di Milano Lambrate (Prima), mentre sul lato opposto del raccordo il Bivio Porta Vittoria, trasformato in doppio bivio, assorbì anche le funzioni del preesistente Bivio Venezia, che cessò di esistere.
La chiusura definitiva del raccordo da Milano Lambrate (Prima) verso il Doppio Bivio Porta Vittoria si registrò l‚01/07/1931 quando vennero soppressi tutti i rami del vecchio Passante in favore della nuova Cintura Est.
Il Bivio Acquabella si trovava sull'odierna Via Sidoli all‚incrocio con Viale Romagna. La linea proseguiva sul Piazzale Susa e Viale Argonne, trovando il Bivio Lambrate a metà di Via Marescalchi. Da qui si riprendeva un breve tratto di quello che era stato l'originario tracciato per Venezia, proveniente da Milano Porta Vittoria (Prima), che continuava in rettilineo lungo Via Marescalchi, Piazza S. Gerolamo e Cavalcavia Buccari dove transitava per il futuro Bivio Ortica e dove ritrovava i binari attuali ai quali correva affiancato fino alla posizione assunta successivamente da Milano Smistamento.
Stato attuale: Livello V° Nessuna traccia visibile in quanto la zona é stata interessata da notevolissimi fenomeni di urbanizzazione che ne hanno completamente stravolto la fisionomia originaria, salvo l‚evidente fabbricato di Milano Lambrate (Prima), in discreto stato di conservazione ed adibito ad alloggio per ferrovieri, che si trova sulla piazza dell‚antico borgo dell‚Ortica e a poche decine di metri dal nuovo Bivio Ortica, peraltro mai entrato in servizio attivo.
Fino agli anni ‚70 era ancora visibile fra le case situate sui terreni adiacenti la Via Marescalchi un vecchio casello, residuo della vecchia linea fra Bivio Acquabella e Bivio Lambrate.

Bivio Acquabella - Milano Porta Vittoria (Prima)
Apertura : 10/05/1864
Chiusura : 01/01/1873
Altre Date:
17/02/1846 apertura della Milano - Treviglio e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Lambrate.
14/11/1861 apertura della linea per Piacenza e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Venezia.
10/05/1864 parziale apertura del Passante e quindi del tronco Bivio Acquabella - Milano Porta Vittoria (Prima) e della diramazione Bivio Acquabella - Bivio Lambrate.
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic.
01/01/1873 soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che da questa stazione diramano a ventaglio e quindi i tronchi verso il Bivio Acquabella, il Bivio Lambrate ed il futuro Bivio Venezia; apertura del nuovo raccordo Bivio Acquabella - Bivio Venezia.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 1+25
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Acquabella
1+25 Drt Milano Porta Vittoria (Prima) [ex Milano Porta Tosa]
Diramazioni: Da Bivio Acquabella per Bivio Lambrate, Bivio Venezia, Milano Porta Vittoria (Prima), Milano Centrale (Prima).
Da Milano Porta Vittoria (Prima) per Bivio Acquabella, Bivio Lambrate, Bivio Venezia, Milano Porta Nuova (Seconda).
Note: Tratta terminale nel suo primitivo tracciato del Passante fra Milano Centrale (Prima) ed il futuro Milano Rogoredo Parco Nord, attraverso Milano Porta Vittoria (Prima), con conseguente inversione di marcia in questa stazione. La tratta fa parte del cosiddetto Incrocio di Porta Tosa costituito dai lati e dalle diagonali di un quadrilatero i cui vertici sono rappresentati dal Bivio Acquabella, dal Bivio Lambrate, dal Bivio Venezia e da Milano Porta Vittoria (Prima).
Milano Porta Vittoria (Prima) è più facilmente ricordata con il suo primitivo nome di Milano Porta Tosa in quanto la seconda e definitiva denominazione le fu attribuita solo per il breve lasso di tempo che intercorse tra il 1861, quando l‚adiacente Porta Tosa venne ribattezzata ufficialmente Porta Vittoria a ricordo delle Cinque Giornate del 1848, e la soppressione della stazione stessa..
Nell'alternarsi dei vari tracciati che si sono succeduti negli anni, il Bivio Acquabella entrò inizialmente in servizio su diramazioni differenti da quelle che sarebbero state le linee controllate successivamente. Infatti fu attivato il 10/05/1864 in concomitanza con l'apertura del raccordo Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che, innestandosi sul tracciato del Passante Milano Centrale (Prima) - Milano Porta Vittoria (Prima), lo metteva in comunicazione diretta, unitamente alla prima stazione centrale, con la linea per Venezia. In data 01/01/1873, a seguito la soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che vi diramavano a ventaglio, e quindi in particolare della Milano Porta Vittoria (Prima) - Bivio Acquabella, questo passò a controllare la nuova diramazione verso Milano Rogoredo, determinata dall‚attivazione in pari data del raccordo Bivio Acquabella - futuro Bivio Venezia, che saldava il tronco settentrionale del Passante con quello meridionale e quindi permetteva l‚istradamento diretto Milano Centrale (Prima) - Bologna. La soppressione definitiva del Bivio Acquabella si ebbe l‚01/07/1931 quando venne chiuso al servizio tutto il vecchio Passante in favore della nuova Cintura Est.
Il Bivio Acquabella si trovava sull'odierna Via Sidoli all'incrocio con Via Romagna. Il tracciato, tutto in curva, si snodava sul Piazzale Susa, attraversava Via Melloni, Via Archimede e sfociava in Via Marcona. Milano Porta Vittoria (Prima) si trovava fuori Porta Tosa, oggi Porta Vittoria, all'incrocio fra Via Marcona e Via Fiamma. Il piazzale consisteva in 5 binari di testa.
Stato attuale: Livello VI°. Nell‚area del fabbricato viaggiatori di Milano Porta Vittoria (Prima) è stata edificata un‚autofficina. Tutto il resto, sede ferroviaria e fabbricati, é stato completamente cancellato dall'urbanizzazione.

Bivio Ghisolfa ˆ Milano Farini
Apertura : 19/03/1917
Chiusura : 1988
Pendenza massima : 0 mm/m
Lunghezza ...... : 0+675
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Ghisolfa [ex Quadrivio Ghisolfa] [ex Bivio Ghisolfa]
0+891 Lm Milano Farini
Diramazioni: Da Bivio Ghisolfa per Milano Farini, Milano San Rocco, Bivio Ghisolfa (Primo), Milano Certosa, Bivio Musocco.
Note: Importante raccordo che metteva in collegamento le linee entranti a Milano da Ovest attraverso la stazione di Musocco, poi Milano Certosa, nonché la linea di Cintura, con lo scalo merci di Milano Farini, che assunse le funzioni precedentemente svolte da Milano Porta Garibaldi (Prima), in quanto edificato nel corso dei grandi lavori che interessarono il nodo ed iniziati subito dopo il passaggio delle ferrovie nazionali alla gestione statale, con la rete Fs.
Il Bivio Ghisolfa (Primo) fu il primo ad essere realizzato, immediatamente a Est del sottopasso al cavalcavia delle Fnme. Permetteva di inoltrare i convogli da e per il Bivio Vigevano e Milano Centrale (Prima), oppure sul ramo deviato da e per Bivio Simonetta e Milano Porta Sempione, e rimase in esercizio sino a quando quest‚ultimo scalo fu in funzione.
Il Bivio Ghisolfa, poi quadrivio ed infine di nuovo bivio, venne invece attivato negli anni ‚30 in posizione più periferica, a Ovest del sottopasso al viadotto delle Fnme, a poco più di 200 m di distanza dalla posizione del Bivio Ghisolfa (Primo), quale punto d‚incontro da Ovest delle due coppie di binari da Milano Certosa e da Bivio Musocco, e da Est delle due coppie di binari ormai separate da e per Milano Farini e da e per Milano Porta Nuova (Quarta).
Venute meno le funzioni di scalo merci di Milano Farini all‚inizio degli anni ‚90 del sec. XX, il doppio binario tra Milano Farini e il Quadrivio Ghisolfa venne reciso, ma lasciato in opera, a Est del sottopasso al cavalcavia delle Fnme, determinando la riduzione del quadrivio stesso a semplice bivio, che conserva la funzione di istradamento dei treni in transito fra l‚attuale Milano Porta Garibaldi da un lato e Milano Certosa oppure Bivio Musocco e la Cintura Nord Ovest dall‚altro.
Stato attuale: Livello II° Poiché risulta inutilizzabile, a causa del suddetto taglio la coppia di binari diretti tra l‚ex Quadrivio Ghisolfa e Milano Farini, ma essendo quest‚ultimo ancora parzialmente utilizzato nel settore meridionale come deposito carri vuoti, il piazzale è accessibile alle tradotte in regime di manovra soltanto in via indiretta, attraverso la coppia parallela di binari che proseguiva un tempo verso Milano Centrale (Prima) e che oggi termina a Milano Porta Garibaldi.

Bivio Ghisolfa (Primo) ˆ Bivio Simonetta
Apertura : 15/09/1883
Chiusura : 24/09/1931
Altre Date:
02/12/1883 apertura dello scalo di smistamento di Milano Porta Sempione.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Rm.
01/07/1905 passaggio gestione da Rm a Fs.
01/07/1937 soppressione dello scalo di smistamento di Milano Porta Sempione e del residuo servizio merci da qui al Bivio Simonetta e Bivio Ghisolfa (Primo); inizio demolizione.
31/12/1937 completamento della demolizione.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 0+911
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Ghisolfa (Primo)
0+911 B Bivio Simonetta
Diramazioni: Da Bivio Ghisolfa (Primo) per Bivio Vigevano, Bivio Simonetta, Bivio Ghisolfa.
Da Bivio Simonetta per Bivio Vigevano, Bivio Vercelli (Milano), Bivio Ghisolfa (Primo).
Note: Raccordo concepito allo scopo di permettere l'istradamento dalla nuova stazione di smistamento di Milano Porta Sempione verso la direttrice di Torino e soppresso in concomitanza dei grandi lavori di ristrutturazione del nodo, in particolare la soppressione della Cintura Ovest
Il Bivio Ghisolfa (Primo) fu realizzato, immediatamente a Est del sottopasso al cavalcavia delle Fnme. Permetteva di inoltrare i convogli da e per il Bivio Vigevano e Milano Centrale (Prima), oppure sul ramo deviato da e per Bivio Simonetta e Milano Porta Sempione, e rimase in esercizio sino a quando quest‚ultimo scalo fu in funzione.Il raccordo da qui, con un percorso totalmente in curva di quasi 90 gradi attraversate Via Stilicone e Piazza Perego, si ricongiungeva alla Cintura Ovest al Bivio Simonetta posto appena dopo l'incrocio fra Via Cenisio e Via General Govone, poco ad Est della Via Borgese e non lontano dal vecchio scalo Milano Nord Simonetta delle Nm. La chiusura subì fasi differenziate: il 24/09/1931 lo scalo di smistamento di Milano Porta Sempione veniva escluso dal transito di convogli ordinari, congiuntamente al tratto di linea da qui al Bivio Simonetta ed al Bivio Ghisolfa (Primo). Dopo un breve periodo di transizione lo scalo restò in servizio solo quale deposito di carri merce e di vagoni in disarmo. Il 01/07/1937, con l‚inizio della demolizione, ogni residuo transito cessava su tutta linea.
Stato attuale: Livello VII°. Nessuna traccia visibile in quanto la zona é stata interessata da notevolissimi fenomeni di urbanizzazione che ne hanno completamente stravolto la fisionomia originaria.

Bivio Lambrate - Bivio Venezia
Apertura : 30/06/1904
Chiusura : 01/07/1931
Altre Date:
17/02/1846 apertura della Milano - Treviglio e quindi. del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Lambrate.
14/11/1861 apertura della linea per Piacenza e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Venezia.
10/05/1864 parziale apertura del Passante e quindi del tronco Bivio Acquabella - Milano Porta Vittoria (Prima) e della diramazione Bivio Acquabella - Bivio Lambrate.
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfat, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic.
01/01/1873 soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che da questa stazione diramano a ventaglio e quindi i tronchi verso il Bivio Acquabella, verso il Bivio Lambrate e verso il futuro Bivio Venezia.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Ra.
30/06/1904 apertura del raccordo Bivio Lambrate - Bivio Venezia.
01/07/1905 passaggio gestione da Ra a Fs.
12/03/1918 assorbimento del Bivio Lambrate nella stazione di Milano Lambrate (Prima) e trasformazione del Bivio Porta Vittoria in Doppio Bivio, che sostituisce così anche il preesistente Bivio Venezia.
01/07/1931 soppressione del vecchio Passante da Milano Porta Nuova (Quarta) al Bivio Acquabella in prosecuzione sui due rami verso Milano Rogoredo e verso Pioltello+Limito, unitamente ai raccordi dell‚Incrocio di Porta Tosa, quindi, in particolare, del raccordo fra Milano Lambrate (Prima) e il Doppio Bivio Porta Vittoria.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Singolo
Lunghezza ...... : 0+97
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Lambrate
0+97 B Bivio Venezia
Diramazioni: Da Bivio Lambrate per Bivio Ortica, Bivio Venezia, Milano Porta Vittoria (Prima), Bivio Acquabella.
Da Bivio Venezia per Bivio Lambrate, Bivio Trecca (Primo), Milano Porta Vittoria (Prima), Bivio Acquabella.
Note: Raccordo creato per consentire l'allacciamento della linea per Venezia con quella per Bologna e Genova. La tratta fa parte del cosiddetto Incrocio di Porta Tosa costituito dai lati e dalle diagonali di un quadrilatero i cui vertici sono rappresentati dal Bivio Acquabella, dal Bivio Lambrate, dal Bivio Venezia e da Milano Porta Vittoria (Prima).
Sorte singolare toccò anche al Bivio Lambrate che, addirittura soppresso una prima volta, fu poi riattivato al servizio di bivio su diramazioni differenti da quelle d'origine. Inizialmente entrò in servizio il 10/05/1864 quando venne aperto il raccordo Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che, innestandosi fra il Passante Milano Centrale (Prima) - Milano Porta Vittoria (Prima) e Milano Porta Vittoria (Prima) - Venezia, metteva in comunicazione diretta il Passante, e quindi la prima stazione centrale, con la linea verso la città lagunare. In data 01/01/1873 la soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e quindi di tutte le linee che da questa diramavano a ventaglio, tra cui quella sul Bivio Lambrate, decretarono la prima chiusura provvisoria di quest'ultimo. La ripresa delle funzioni di bivio si riebbe il 30/06/1904 con l‚apertura del raccordo verso il Bivio Venezia che metteva in comunicazione la linea per Venezia con la parte meridionale del Passante. Il 12/03/1918 tuttavia il Bivio Lambrate perse la propria autonomia, per divenire parte integrante della stazione di Milano Lambrate (Prima). In tale situazione le diramazioni controllate divennero, oltre a quella originaria verso Pioltello+Limito e quindi Venezia da una parte e verso il Bivio Acquabella e Milano Centrale (Prima) dall'altra, anche quella verso il Bivio Venezia e quindi in direzione di Bologna.
Il Bivio Venezia operò effettivamente come tale solo per 14 anni. L'attivazione avvenne in data 30/06/1904 con l'apertura del raccordo verso il Bivio Lambrate che metteva in collegamento diretto la linea per Venezia con quella per Bologna e cessò il servizio il 12/03/1918 quando il Bivio Porta Vittoria, situato in posizione più meridionale e trasformato in doppio bivio, ne assorbì la funzione. Il precedente raccordo, cioè quello proveniente da Milano Porta Vittoria (Prima), si innestava sullo stesso punto del Passante e venne soppresso il 01/01/1873, quindi contemporaneamente all'allacciamento fra il punto stesso ed il Bivio Acquabella.
La chiusura definitiva del raccordo qui esaminato si registrò il 01/07/1931 quando venne interamente soppresso il vecchio Passante con tutti i suoi rami in favore della nuova Cintura Est.
Il Bivio Lambrate era posizionato al centro dell'odierna Via Marescalchi. Il tracciato proseguiva, completamente in curva, attraverso Via Pannonia, Via Masotto, Via Sismondi, Via Zanella. Incontrava quindi il Bivio Venezia posizionato sul Passante fra Viale Corsica e Via Piranesi.
Stato attuale: Livello VII°. Nessuna traccia visibile in quanto la zona é stata interessata da notevolissimi fenomeni di urbanizzazione che ne hanno completamente stravolto la fisionomia originaria.

Bivio Lambrate - Milano Porta Vittoria (Prima)
Apertura : 17/02/1846
Chiusura : 01/01/1873
Altre Date:
15/02/1846 inaugurazione.
17/02/1846 apertura della Milano - Treviglio e quindi del tronco da Milano Porta Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Lambrate.
14/07/1856 passaggio gestione da Saff a Sflv.
14/11/1861 apertura della linea per Piacenza e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Venezia.
10/05/1864 parziale apertura del Passante quindi del tronco Acquabella - Milano Porta Vittoria (Prima) e della diramazione Bivio Acquabella - Bivio Lambrate.
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic.
01/01/1873 soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che da questa stazione diramano a ventaglio quindi i tronchi verso il Bivio Acquabella, verso il Bivio Lambrate ed il Bivio Venezia; apertura del nuovo raccordo Bivio Acquabella - Bivio Venezia.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Ra.
30/06/1904 apertura del raccordo Bivio Lambrate - Bivio Venezia.
01/07/1905 passaggio gestione da Ra a Fs.
12/03/1918 assorbimento del Bivio Lambrate nella stazione di Milano Lambrate (Prima) e trasformazione del Bivio Porta Vittoria in Doppio Bivio, che sostituisce così anche il preesistente Bivio Venezia.
01/07/1931 soppressione del vecchio Passante da Milano Porta Nuova (Quarta) al Bivio Acquabella in prosecuzione sui due rami verso Milano Rogoredo e verso Pioltello+Limito, unitamente ai raccordi dell‚Incrocio di Porta Tosa, quindi, in particolare, del raccordo fra Milano Lambrate (Prima) e il Doppio Bivio Porta Vittoria.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 1+83
Esercente ...... : SFAI Società Ferrovie Alta Italia
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Lambrate
1+83 Drt Milano Porta Vittoria (Prima) [ex Milano Porta Tosa]
Diramazioni: Da Bivio Lambrate per Milano Lambrate (Prima), Bivio Venezia, Milano Porta Vittoria (Prima), Bivio Acquabella.
Da Milano Porta Vittoria (Prima) per Bivio Acquabella, Bivio Lambrate, Bivio Venezia, Milano Porta Nuova (Seconda).
Note: Tronco iniziale della linea per Treviglio, e quindi Venezia, nella sua sede primitiva, già in origine attivata a doppio binario.
La tratta fa parte del cosiddetto Incrocio di Porta Tosa costituito dai lati e dalle diagonali di un quadrilatero i cui vertici sono rappresentati dal Bivio Acquabella, dal Bivio Lambrate, dal Bivio Venezia e da Milano Porta Vittoria (Prima). Questa è più facilmente ricordata con il suo primitivo nome di Milano Porta Tosa in quanto la seconda e definitiva denominazione le fu attribuita solo per il breve lasso di tempo che intercorse tra il 1861, quando l‚adiacente Porta Tosa venne ribattezzata ufficialmente Porta Vittoria a ricordo delle Cinque Giornate del 1848, e la soppressione della stazione stessa.
Una sorte singolare toccò al Bivio Lambrate che, addirittura soppresso una prima volta, fu poi riattivato al servizio di bivio su diramazioni differenti da quelle d'origine. Inizialmente entrò in servizio il 10/05/1864 quando venne aperto il raccordo Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che, innestandosi fra il Passante Milano Centrale (Prima) - Milano Porta Vittoria (Prima) e Milano Porta Vittoria (Prima) - Venezia, metteva in comunicazione diretta il Passante, e quindi la prima stazione centrale, con la linea verso la città lagunare. In data 01/01/1873 la soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e quindi di tutte le linee che da questa diramavano a ventaglio, tra cui quella sul Bivio Lambrate, decretarono la prima chiusura provvisoria di quest'ultimo. La ripresa delle funzioni di bivio si riebbe il 30/06/1904 con l‚apertura del raccordo verso il Bivio Venezia che metteva in comunicazione la linea per Venezia con la parte meridionale del Passante. Il 12/03/1918 tuttavia il Bivio Lambrate perse la propria autonomia, per divenire parte integrante della stazione di Milano Lambrate (Prima). In tale situazione le diramazioni controllate divennero, oltre a quella originaria verso Pioltello+Limito e quindi Venezia da una parte e verso il Bivio Acquabella e Milano Centrale (Prima) dall'altra, anche quella verso il nuovo Doppio Bivio Porta Vittoria, che aveva sostituito il Bivio Venezia e quindi in direzione di Bologna.
Il Bivio Lambrate era posizionato al centro dell'odierna Via Marescalchi. La linea attraversava Viale Argonne ed incrociava Via Dall‚Ongaro, Via Reina, Viale Campania ed entrava in Milano Porta Vittoria (Prima) all'incrocio fra Via Archimede e Viale Piceno. Milano Porta Vittoria (Prima) si trovava fuori Porta Tosa, oggi Porta Vittoria, all‚incrocio fra Via Marcona e Via Fiamma. Il piazzale consisteva in 5 binari di testa.
Stato attuale: Livello VI°. Nell‚area del fabbricato viaggiatori di Milano Porta Vittoria (Prima) è stata edificata un‚autofficina. Tutto il resto, sede ferroviaria e fabbricati, é stato completamente cancellato dalla urbanizzazione.

Bivio Magna - Milano Porta Nuova (Quarta) - Milano Centrale (Prima)
Apertura : 10/05/1864
Chiusura : 01/07/1931
Altre Date:
12/09/1857 inizio lavori per la costruzione di Milano Centrale (Prima).
18/10/1858 apertura della linea per Magenta e quindi del tronco dal Bivio Magna al futuro Bivio Passarella.
10/05/1864 apertura di Milano Centrale (Prima).
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic.
01/01/1873 chiusura di Milano Porta Nuova (Seconda). 01/07/1885 passaggio gestione da Sfat a Rm.
01/07/1905 passaggio gestione da Rm a Fs.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 0+75
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Magna
0+40 Dr Milano Porta Nuova (Quarta)
0+75 Dr Milano Centrale (Prima) [ex Ferdinandea)]
Diramazioni: Da Bivio Magna per Bivio Mirabello, Milano Porta Nuova (Quarta), Milano Porta Nuova (Seconda), Milano Porta Garibaldi, Bivio Passarella.
Da Milano Porta Nuova (Quarta) per Milano Centrale (Prima), Milano Porta Garibaldi (Prima), Bivio Magna.
Da Milano Centrale (Prima) per Bivio Acquabella, Milano Porta Nuova (Quarta), Milano Porta Garibaldi (Prima), Bivio Magna.
Note: Raccordo creato per consentire l‚istradamento diretto dalla nuova stazione di Milano Centrale (Prima), già Ferdinandea, verso la direttrice di Como.
Al momento della sua entrata in servizio il Bivio Magna controllava le diramazioni che dal futuro Bivio Mirabello, e quindi dalla linea proveniente da Monza, portavano l'una verso il Bivio Passerella, e quindi direzione Torino lambendo il piazzale di Milano Porta Nuova (Seconda), e Milano Porta Nuova (Prima), presto sostituita da Milano Porta Nuova (Seconda). Successivamente, a seguito dell'apertura del raccordo verso Milano Centrale (Prima), divenne punto di diramazione anche per questa direttrice. Il 01/01/1873 Milano Porta Nuova (Seconda) cessava il servizio e quindi il Bivio Magna ridimensionava il proprio volume di traffico passando al controllo delle linee verso il Bivio Passarella, verso il futuro Bivio Mirabello e verso Milano Centrale (Prima).
Il Bivio Magna si trovava al di sopra della linea che congiunge oggi in galleria Milano Porta Garibaldi con il Bivio Mirabello e quindi sulla sede dell'originaria linea per Monza. La posizione era in corrispondenza dell'odierno Viale Restelli, poco a Sud dell'incrocio con Via Pola. Il percorso del raccordo giaceva quasi completamente in curva e tagliava Via Melchiorre Gioia e Piazza Einaudi, lasciando alle spalle sulla destra quello che era il piazzale di Milano Porta Nuova (Seconda). Sempre in curva la linea lambiva il piazzale della successiva Milano Porta Nuova (Quarta), che rimaneva spostata leggermente a destra. Questa, capolinea delle linee „Varesine", venne ricavata da una parte del piazzale Ovest di Milano Centrale (Prima) ed aveva un suo proprio fabbricato viaggiatori. Occupava l'area compresa fra le attuali Viale Liberazione, Via Melchiorre Gioia e Via Galilei. Proseguendo lungo Viale Liberazione si entrava in Milano Centrale (Prima), originaria stazione centrale di Milano che si trovava sulla Piazza Fiume ora Piazza della Repubblica. Era situata fuori dei Bastioni di Porta Venezia, con l'edificio parallelo agli stessi ad una distanza di circa 200 metri. Il piano dei binari era sopraelevato per permettere il sottopassaggio del traffico stradale. Il piazzale occupava l'area compresa fra Piazza S. Gioachimo, Piazza della Repubblica e Viale Tunisia, fino all‚altezza di Largo Bellintani, attraversando anche l‚area del famoso Lazzaretto, poi demolito.
Stato attuale: Livello VII°. Di fabbricati e sede ferroviaria si sono perse tutte le tracce in quanto la zona, oggi centrale, é stata stravolta dall'urbanizzazione.

Bivio Magna - Milano Porta Nuova (Seconda) - Milano Porta Nuova (Prima)
Apertura : 18/08/1840
Chiusura : 24/06/1850
Altre Date:
17/08/1840 inaugurazione.
24/06/1850 attivazione di Milano Porta Nuova (Seconda).
17/04/1856 passaggio gestione da Sfmm a Sflv.
12/09/1857 provvisoria apertura al servizio del Bivio Magna.
18/10/1858 apertura della linea per Magenta e quindi del tronco dal futuro Bivio Passarella a Milano Porta Nuova (Seconda).
10/05/1864 apertura del Passante, del raccordo Bivio Magna - Milano Centrale (Prima) e del raccordo Bivio Magna ˆ Bivio Passerella.
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv. Sflic e Sfic.
01/01/1873 apertura di Milano Porta Garibaldi (Prima), chiusura del tronco Bivio Magna - Milano Porta Nuova (Seconda).
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 0+840
Esercente ...... : SFAI Società Ferrovie Alta Italia
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Magna
0+56 Dlr Milano Porta Nuova (Seconda)
0+840 Rt Milano Porta Nuova (Prima)
Diramazioni: Da Bivio Magna per Bivio Mirabello, Milano Porta Nuova (Quarta), Milano Porta Nuova (Seconda), Milano Porta Garibaldi, Bivio Passarella.
Da Milano Porta Nuova (Seconda) per Bivio Magna, Milano Porta Vittoria (Prima), Milano Porta Nuova (Prima), Milano Porta Garibaldi (Prima).
Note: Breve tratto iniziale della Milano - Monza, prima linea milanese e seconda italiana, inizialmente a singolo binario. Giaceva parzialmente sulla stessa sede, anche se a quote differenti, della linea che oggigiorno collega Milano Porta Garibaldi con Milano Greco+Pirelli e Monza. La data di soppressione si riferisce al primo tronco, quello terminale, che rimase in servizio per soli 10 anni; quello residuo, dal Bivio Magna a Milano Porta Nuova (Seconda) fu chiuso 23 anni dopo.
Il Bivio Magna fu attivato provvisoriamente il 14/11/1861 allo scopo di permettere l‚inoltro di treni cantiere in direzione della costruenda Milano Centrale (Prima). Controllava inizialmente, alla data di entrata in servizio effettivo, le diramazioni che dal futuro Bivio Mirabello, e quindi dalla linea proveniente da Monza, portavano l‚una verso Milano Porta Nuova (Seconda), e l'altra verso Milano Porta Nuova (Quarta). Successivamente, a seguito dell'apertura del raccordo verso Milano Centrale (Prima), divenne punto di diramazione anche per questa direttrice. Il 01/01/1873 Milano Porta Nuova (Seconda) cessava il servizio e quindi il Bivio Magna ridimensionava il proprio volume di traffico passando al controllo delle diramazioni verso il Bivio Passarella, verso il Bivio Mirabello e verso Milano Centrale (Prima).
Il Bivio Magna era sulla sede dell'originaria linea per Monza e quindi al di sopra della linea che congiunge oggi in galleria Milano Porta Garibaldi con il Bivio Mirabello. La posizione era in corrispondenza dell'odierno Viale Restelli, poco a Sud dell'incrocio con Via Pola.
Il tracciato era rettilineo e, a Sud dell‚incrocio fra l'odierna Via Melchiorre Gioia e Viale Luigi Sturzo, incontrava il piazzale di Milano Porta Nuova (Seconda). Questa sostituì, solo 10 anni dopo l‚entrata in servizio, la prima stazione cittadina, anch'essa chiamata Milano Porta Nuova (Prima), da cui distava circa 200 m, spostata leggermente più a Nord in direzione di Monza. Milano Porta Nuova (Seconda) si trovava a Sud dell‚incrocio fra l'odierna Via Melchiorre Gioia e Viale Luigi Sturzo. Il fabbricato viaggiatori, dalla pianta trapezoidale e con unica tettoia sopra i binari, era posto a lato di questi, verso il Naviglio della Martesana. Il trasferimento si era reso necessario in previsione dell‚aumento di traffico legato soprattutto alla prossima apertura della linea per Como. Non essendoci spazio disponibile nell‚area di Milano Porta Nuova (Prima) per le costruzioni circostanti, fu deciso di arretrare la stazione terminale, che ebbe così la capacità di 5 binari, di circa 200 m.
L'area della stazione sull‚attuale incrocio Gioia/Sturzo verrà successivamente interessata, dopo la soppressione, di nuovo al transito di binari, questa volta in direzione Est - Ovest, appartenenti al tronco centrale del Passante.
Subito dopo Milano Porta Nuova (Seconda) si incontrava il piazzale di Milano Porta Nuova (Prima) che, oltre ad essere la prima stazione milanese aperta al traffico, fu anche la prima ad essere soppressa in favore di Milano Porta Nuova (Seconda).
La sua posizione era fra Porta Comasina e Porta Nuova, subito fuori le mura presso il Ponte alla Gabella, accanto al naviglio Martesana con i binari paralleli ad esso. La zona é oggi individuata dall'incrocio fra Via Melchiorre Gioia con Viale Monte Grappa, allora Via di Porta Nuova. Il piazzale consisteva in un fascio di 3 binari terminali.
Stato attuale: Livello V°. Nessuna traccia del Bivio Magna. Il fabbricato di Milano Porta Nuova (Seconda), rialzato di un piano, é divenuto la Caserma „5 Giornate‰ della Guardia di Finanza in Via Melchiorre Gioia al civico n° 5, dopo essere stato per molti anni sede della dogana munita di binario di raccordo per Milano Porta Garibaldi (Prima) sulla sede della vecchia linea. Milano Porta Nuova (Prima), completamente restaurata, é utilizzata come uffici Fs.

Bivio Naviglio Grande - Bivio Vercelli (Milano) - Bivio Simonetta - Bivio Vigevano
Apertura : 01/06/1891
Chiusura : 24/09/1931
Altre Date:
17/01/1870 apertura del tronco Bivio Vercelli (Milano) - Bivio Vigevano
02/12/1883 apertura dello scalo di smistamento di Milano Porta Sempione.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Rm.
01/07/1905 passaggio gestione da Rm a Fs.
01/07/1937 chiusura definitiva dello scalo di smistamento di Milano Porta Sempione e del residuo servizio merci da qui al Bivio Simonetta e Bivio Vigevano; inizio demolizione.
31/12/1937 completamento della demolizione.
Pendenza massima : 0 mm/m
Raggio Minimo .. : 600 m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 5+556
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Naviglio Grande
1+984 B Bivio Vercelli (Milano) [ex Bivio Maddalena]
2+665 Mr Milano Porta Sempione
4+745 B Bivio Simonetta
5+556 B Bivio Vigevano
Diramazioni: Da Bivio Naviglio Grande per Bivio Porta Romana, Milano San Cristoforo, Bivio Vercelli (Milano).
Da Bivio Vercelli (Milano) per Bivio Simonetta, Bivio Naviglio Grande, Milano San Cristoforo.
Da Bivio Simonetta per Bivio Vigevano, Bivio Vercelli (Milano), Bivio Ghisolfa (Primo)..
Da Bivio Vigevano per Bivio Ghisolfa (Primo), Bivio Passarella, Milano Porta Garibaldi, Bivio Simonetta.
Note: Tratto finale della linea da Vigevano che assumeva anche le funzioni di Cintura Ovest, soppresso in concomitanza con i grandi lavori di ristrutturazione del nodo.
Il tracciato diramava dalla Cintura Sud presso il Bivio Naviglio Grande, posto all‚altezza di Via Bussola. Sovrapassava quindi il Naviglio Grande e la linea preveniente da Vigevano e proseguiva verso Nord in rilevato con rettilinei intervallati da curve lungo l‚odierna Via Montecatini ad Ovest della Via Trezzo d‚Adda, attraverso Piazzale De Agostini, lungo Via Boni, attraverso Piazza Po e lungo Via Cimarosa fino al Bivio Vercelli (Milano), già Bivio Maddalena. Questo era situato su di un terrapieno nei pressi del sovrappasso sul Corso Vercelli, nel tratto di Via Cimarosa immediatamente precedente all‚incrocio con le Vie Monferrato e Polibio. Qui vi confluiva da Est la linea da Vigevano via Milano Porta Genova. Sempre in rettilineo il tracciato proseguiva lungo Via Cimarosa e Via Cherubini entrando, in corrispondenza del lato Nord di Via Belfiore, nello scalo di smistamento di Milano Porta Sempione il cui piazzale era delimitato da Corso Sempione, Via Massena, Piazza Giovanni XXIII, Via Savoia Cavalleria, Via Pallavicino, Via Cherubini, Via Belfiore, Via Pier Capponi, Via Ippolito Nievo, Via Francesco Ferruccio. La piena linea riprendeva attraversando Corso Sempione e lungo Via Mussi, Piazza Gerusalemme e Via Fratelli Induno. Dopo l‚incrocio con le Vie Cenisio e General Govone, si superava sulla sinistra il Bivio Simonetta, punto di diramazione per il Bivio Ghisolfa (Primo) e quindi direzione Torino che si trovava appena dopo l‚incrocio con Via Cenisio e Via General Govone, poco ad Est della Via Borgese. Volgendo a destra si attraversava l‚ultima parte di Via Messina, proseguendo la curva su quella che è ora Via G. Calvino, rasentando il Cimitero Monumentale, dove si ritrovava la linea da Torino attualmente in esercizio al Bivio Vigevano.
L‚attivazione della linea avvenne in due lotti: il primo in data 17/01/1870 dal Bivio Vercelli (Milano) al Bivio Vigevano come parte della linea proveniente da Vigevano e transitante da Milano Porta Genova; il secondo in data 01/06/1891 per il tronco Bivio Naviglio Grande - Bivio Vercelli (Milano), come parte della Cintura Sud.
Anche la chiusura subì fasi differenziate: il 24/09/1931 lo scalo di smistamento di Milano Porta Sempione veniva escluso dal transito di convogli ordinari e con lui il tratto di linea da qui al Bivio Vigevano. Dopo un breve periodo di transizione lo scalo restò in servizio solo quale deposito di carri merce e di vagoni in disarmo. Il 01/07/1937, con l‚inizio della demolizione, ogni residuo transito cessava su tutta linea.
Stato attuale: Livello VI° La sede ferroviaria, in una zona stravolta dall‚urbanizzazione, ha lasciato posto, per gran parte della sua estesa, alla viabilità ordinaria. Qualche decina di metri di rotaie sepolte dalla vegetazione sono ancora visibili tra il Bivio Simonetta ed il Bivio Vigevano, addossate al muro del Cimitero Monumentale. Dello scalo di smistamento di Milano Porta Sempione non rimangono che alcune vestigia di muro in fregio a Via Monti e in corrispondenza dei punti in cui i suoi binari scavalcavano singolarmente la sottostante linea Fnme Cadorna-Bovisa, peraltro quasi completamente scomparsi con i lavori di quadruplicamento di quest‚ultima. In via Ferruccio, angolo Corso Sempione, poco oltre un distributore di benzina, una vecchia staccionata Fs, coperta da cartelli pubblicitari ma ben riconoscibile, identifica il vecchio percorso Bivio Simonetta ˆ Milano Porta Sempione poco prima dell'attraversamento con le Fnme.

Bivio Ortica ˆ Bivio Taverna
Apertura : 01/01/2006
Chiusura : 01/01/2006
Altre Date:
1986 inizio dei lavori.
1990 sospensione dei lavori.
2002 ripresa ed abbandono dei lavori.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio 60 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+005
Esercente ...... : RFI Rete Ferroviaria Italiana
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Ortica
1+005 B Bivio Taverna
Diramazioni: Da Bivio Ortica per Milano Lambrate (Prima), Bivio Taliedo, Bivio Taverna.
Da Bivio Taverna per Milano Lambrate, Bivio Ortica, Milano Rogoredo.
Note: Questa breve linea, realizzata nel corso dei lavori preliminari effettuati nel periodo 1986-1990 per il nuovo Passante in zona Ortica, poi sospesi fino al 2002, avrebbe consentito il collegamento diretto fra la Dorsale, e quindi la Cintura Est, con Milano Smistamento e quindi con l‚Alto Padana. Nonostante il notevole stato di avanzamento dei lavori, non è mai stata completata.
Stato attuale: Livello II° I fabbricati dei due bivi sono già posati in opera ma in abbandono come la sede del raccordo che è totalmente armata ma tutti preda della vegetazione infestante.

Bivio Ortica (Primo) ˆ Milano Lambrate (Prima)
Apertura : 1/07/1931
Pendenza massima : 0 mm/m
Raggio Minimo .. : 250 m
Armamento ...... : Singolo
Lunghezza ...... : 0+8
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Ortica (Primo)
D Milano Lambrate (Prima)
Diramazioni: Da Bivio Ortica (Primo) per Milano Lambrate, Milano Lambrate (Prima), Bivio Taliedo.
Note: Breve raccordo dall‚altrettanto breve vita, attivato a singolo binario sulla bretella Milano Lambrate ˆ Bivio Taliedo, già Quadrivio Taliedo, consistente in un solo scambio in corrispondenza del Bivio Ortica (Primo) da cui si dipartiva un binario unidirezionale concepito per l‚ingresso a Milano Smistamento, attraverso Milano Lambrate (Prima), dei treni merci in arrivo da Milano Greco e da Musocco. Tenendosi a Nord del borgo dell‚Ortica e dell‚ex fabbricato viaggiatori di Milano Lambrate (Prima), si innestava a valle di quest‚ultimo in direzione di Milano Smistamento. Il tracciato della linea può identificarsi approssimativamente con parte dell‚attuale Via Rosso di San Secondo, dopo la quale proseguiva sul piano di campagna in affiancamento al terrapieno della linea Milano Lambrate - Treviglio. Dopo pochi anni il Bivio Ortica (Primo) sarà soppresso ed il traffico merci da Milano Lambrate per Milano Smistamento verrà interamente assorbito dalla linea diretta già in esercizio dal 23/09/1914 sul lato Nord della detta Milano Lambrate ˆ Treviglio.
Milano Lambrate (Prima) era una stazione di diramazione composta da 7 binari passanti e due tronchi,posta poco prima dell‚inizio del piazzale di Milano Smistamento, dove ritrovava i binari attuali in corrispondenza del futuro Doppio Bivio Lambrate. La stazione fu soppressa nel 1931, quando, in concomitanza con la chiusura al servizio di Milano Centrale (Prima) e di tutto il vecchio Passante, venne eliminato il Bivio Acquabella con il quale era collegata.
Stato attuale: Livello V° Nessuna traccia residua salvo l‚evidente fabbricato viaggiatori di Milano Lambrate (Prima), prospiciente la piazza dell‚antico borgo dell‚Ortica, in discreto stato ed utilizzato come alloggio per ferrovieri, che si trova nel residuo spazio libero all‚interno della serie di raccordi che insistono sulla zona ed a poche decine di metri dal nuovo Bivio Ortica.

Bivio Passarella - Milano Porta Garibaldi - Milano Porta Garibaldi (Prima) - Milano Porta Nuova (Quarta) - Milano Centrale (Prima) - Bivio Acquabella - Bivio Venezia ˆ Doppio Bivio Porta Vittoria - Bivio Trecca (Primo) - Milano Rogoredo Parco Nord
Apertura : 01/01/1873
Chiusura : 01/07/1931
Altre Date:
17/02/1846 apertura della Milano - Treviglio e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Lambrate.
14/11/1861 apertura della linea per Piacenza e quindi del tronco del Passante Milano Porta Vittoria (Prima) - futuro Bivio Venezia - futuro Milano Rogoredo.
10/05/1864 parziale apertura del Passante dal Bivio Passarella a Milano Porta Vittoria (Prima).
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic.
01/01/1873 soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che da questa stazione diramano a ventaglio e quindi dei tronchi verso il Bivio Acquabella, il Bivio Lambrate ed il futuro Bivio Venezia; apertura del nuovo raccordo Bivio Acquabella - Bivio Venezia.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Ra.
30/06/1904 apertura del raccordo Bivio Lambrate - Bivio Venezia.
01/07/1905 passaggio gestione da Ra a Fs.
16/03/1911 apertura della nuova stazione di Milano Porta Vittoria e suo collegamento al Passante con il Bivio Porta Vittoria.
12/03/1918 assorbimento delle funzioni del Bivio Lambrate da parte di Milano Lambrate (Prima) e contestuale trasformazione del Bivio Porta Vittoria in Doppio Bivio, con eliminazione del Bivio Venezia; assorbimento delle funzioni del Bivio Trecca (Primo) da parte di Milano Rogoredo.
01/07/1931 soppressione quasi totale del Passante da Milano Porta Nuova (Quarta) a Milano Rogoredo Parco Nord e contemporanea chiusura della diramazione Bivio Acquabella - Bivio Lambrate - Pioltello+Limito.
05/11/1961 chiusura dello spezzone superstite del Passante dal Bivio Passarella a Milano Porta Nuova (Quarta).
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 6+531
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Passarella
0+07 Adlt Milano Porta Garibaldi
[ex Milano Porta Nuova (Quinta)]
0+28 Dm Milano Porta Garibaldi (Prima)
[ex Milano Porta Nuova (Terza)]
0+59 Dr Milano Porta Nuova (Quarta)
0+94 Dr Milano Centrale (Prima)
[ex Ferdinandea]
3+15 B Bivio Acquabella
4+09 B Bivio Venezia
4+740 B Doppio Bivio Porta Vittoria
5+261 B Bivio Trecca (Primo)
6+531 Adm Milano Rogoredo Parco Nord
Diramazioni: Da Bivio Passerella per Bivio Magna, Minano Porta Garibaldi, Bivio Vigevano, Milano Farini.
Da Milano Porta Garibaldi per Bivio Passarella, Bivio Vigevano, Milano Porta Garibaldi (Prima), Milano Porta Nuova (Seconda), Bivio Magna.
Da Milano Porta Garibaldi (Prima) Milano Porta Nuova (Quarta), Milano Porta Nuova (Seconda), Milano Porta Garibaldi, Bivio Passarella.
Da Milano Porta Nuova (Quarta) per Milano Centrale (Prima), Milano Porta Garibaldi (Prima), Bivio Magna.
Da Milano Centrale (Prima) per Bivio Acquabella, Milano Porta Nuova (Quarta), Milano Porta Garibaldi (Prima), Bivio Magna.
Da Bivio Acquabella per Bivio Lambrate, Bivio Venezia, Milano Porta Vittoria (Prima), Milano Centrale (Prima).
Da Bivio Venezia per Bivio Lambrate, Doppio Bivio Porta Vittoria, Milano Porta Vittoria (Prima), Bivio Acquabella.
Da Bivio Trecca (Primo) per Doppio Bivio Porta Vittoria, Milano Rogoredo Parco Nord, Bivio Porta Romana.
Da Milano Rogoredo Parco Nord per Bivio Taliedo, Milano Rogoredo, Bivio Porta Romana, Bivio Trecca (Primo), Trecca.
Note: La linea rappresenta in pratica il primo Passante ferroviario della città che univa fra di loro molte delle primitive stazioni ora soppresse e le linee ivi convergenti.
La sua estesa é determinata dall'unione di più tronchi costruiti e soppressi in date differenti. Il primo tratto ad entrare in servizio fu quello che dal futuro Bivio Venezia portava al futuro Milano Rogoredo Parco Nord come tratta iniziale della linea che da Milano Porta Vittoria (Prima) conduceva a Piacenza. Il secondo tratto ad essere attivato fu Bivio Passarella - Bivio Acquabella, a sua volta parte del collegamento che da Milano Centrale (Prima) portava a Milano Porta Vittoria (Prima). L'ultima porzione ad essere costruita fu il raccordo tra il Bivio Acquabella ed il Bivio Venezia, attivato a seguito della soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima). Determinata dai grandi lavori di ristrutturazione del nodo, la soppressione interessò inizialmente nel 1931 gran parte dell‚estesa, ovvero quella da Milano Porta Nuova (Quarta) a Milano Rogoredo Parco Nord, unitamente a varie diramazioni, che fu sostituita dalla nuova Cintura Nord ed Est. Il breve spezzone superstite rimase in servizio fino al 1961.
Qui di seguito una tabella riepilogativa dei dati riguardanti il Passante.
------OMISSIS---------

La posizione dove sorgeva il Bivio Passerella si trova oggi completamente all‚interno del piazzale di Milano Porta Garibaldi. Dai paraurti terminali della stazione la linea proseguiva sulla stessa direzione attraverso lo scalo di Milano Porta Garibaldi (Prima), stazione entrata a suo tempo in servizio per sostituire le funzioni merci di Milano Porta Vittoria (Prima). Inizialmente denominata Milano Porta Nuova (Terza), giaceva fra le odierne Viale Luigi Sturzo, Via De Castillia e Via Melchiorre Gioia e quindi a pochi passi da quello che era stato il piazzale di Milano Porta Nuova (Seconda). Dopo un altro brevissimo tratto rettilineo si incontrava il piazzale di Milano Porta Nuova (Quarta). Viene così chiamata nella presente pubblicazione la stazione capolinea delle linee "varesine" che fu ricavata da una parte del piazzale Ovest di Milano Centrale (Prima). Occupava l'area fra Viale Liberazione e le vie Melchiorre Gioia, Vespucci, Marco Polo e Galilei ed aveva un suo proprio fabbricato viaggiatori.
Proseguendo lungo Viale Liberazione, superato il sottovia su Via Galilei, si entrava in Milano Centrale (Prima), prima grande stazione viaggiatori di Milano, denominata agli albori Ferdinandea, sulla falsariga della linea che la collegava a Venezia e così intitolata in onore dell‚Arciduca Ferdinando d‚Austria. Fu conosciuta anche col nome di Milano Piazza Fiume in quanto si trovava sulla piazza omonima ora Piazza della Repubblica. Era situata fuori dei bastioni di Porta Venezia, con l'edificio parallelo agli stessi ad una distanza di circa 200 m. Il piano dei binari era sopraelevato per permettere il sottopassaggio del traffico stradale. Il piazzale occupava l'area di Piazza della Repubblica e Viale Tunisia fra Piazza S. Gioachimo e Largo Bellintani, attraversando in viadotto il famoso Lazzaretto manzoniano.
Fabbricato e piazzale furono demoliti insieme a tutto il rilevato fin oltre il Bivio Acquabella. L‚area ricavata darà origine a Piazza della Repubblica, Viale Tunisia, Viale Regina Giovanna. Fino al 1961 l‚ala prospiciente Via Galilei fu utilizzata come scalo delle Varesine.
Il tracciato proseguiva sulla stessa direzione, transitando lungo strade oggi ricavate dalla vecchia sede ferroviaria: Piazza S. Francesca Romana, Viale Regina Giovanna, Piazza Otto Novembre, Piazza Maria Adelaide, Viale Giustiniano, Via Gaio, Piazza Novelli e Via Sidoli. All‚incrocio tra questa e Viale Romagna si incontrava il Bivio Acquabella, quasi al livello del suolo, dove la linea piegava decisamente a destra verso Sud-Ovest, transitando sul Piazzale Susa, Via Dall‚Ongaro e Piazza Adigrat.
Nell'alternarsi dei vari tracciati che si sono succeduti negli anni, il Bivio Acquabella entrò inizialmente in servizio su diramazioni differenti da quelle che sarebbero state le linee controllate successivamente. Infatti fu attivato il 10/05/1864 in concomitanza con l'apertura del raccordo Bivio Acquabella - Bivio Lambrate che, innestandosi sul tracciato del Passante Milano Centrale (Prima) - Milano Porta Vittoria (Prima), lo metteva in comunicazione diretta, unitamente alla prima stazione centrale, con la linea per Venezia. In data 01/01/1873, a seguito la soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che vi diramavano a ventaglio, e quindi in particolare della Milano Porta Vittoria (Prima) - Bivio Acquabella, questo passò a controllare la nuova diramazione verso Milano Rogoredo, determinata dall‚attivazione in pari data del raccordo Bivio Acquabella - futuro Bivio Venezia, che saldava il tronco settentrionale del Passante con quello meridionale e quindi permetteva l‚istradamento diretto Milano Centrale (Prima) - Bologna. La soppressione definitiva del Bivio Acquabella si ebbe l‚01/07/1931 quando vennero chiusi al servizio tutti i rami del vecchio Passante in favore della nuova Cintura Est. La tratta da qui al Bivio Venezia fa parte del cosiddetto Incrocio di Porta Tosa costituito dai lati e dalle diagonali di un quadrilatero i cui vertici sono rappresentati dal Bivio Acquabella, dal Bivio Lambrate, dal Bivio Venezia e da Milano Porta Vittoria (Prima).
Il Bivio Venezia si trovava fra Via Piranesi e Viale Corsica, a poche decine di metri a Sud dell‚incrocio fra quest‚ultima e Via Battistotti Sassi.
Per sua parte il Bivio Venezia operò effettivamente come tale solo per 14 anni. L'attivazione avvenne in data 30/06/1904 con l'apertura del raccordo verso il Bivio Lambrate che metteva in collegamento diretto la linea per Venezia con quella per Bologna e cessò il servizio il 12/03/1918 quando il Bivio Porta Vittoria, situato in posizione più meridionale e trasformato in doppio bivio, ne assorbì la funzione. Il precedente raccordo, cioè quello proveniente da Milano Porta Vittoria (Prima), si innestava sullo stesso punto del Passante e venne soppresso il 01/01/1873, quindi contemporaneamente all'allacciamento fra il punto stesso ed il Bivio Acquabella.
La Parte terminale del Passante, tutta in rettilineo, superava la strada per Taliedo, oggi Viale Corsica/Forlanini, su un cavalcavia in ferro, transitava lungo l‚odierno mattatoio, attraverso il Doppio Bivio Porta Vittoria, e l‚area dell‚attuale ortomercato, al cui interno si trovava il Bivio Trecca (Primo). Attraversava quindi l‚odierna cintura Sud fra il Bivio Porta Romana ed il posto di movimento Trecca per ritrovare la sede attuale in corrispondenza di Milano Rogoredo Parco Nord.
Stato attuale: Livello VI°. Di tutta la linea non rimane traccia se si esclude il fatto che, per la sola parte iniziale fino al Bivio Acquabella, la viabilità ordinaria é stata ricavata da un ampliamento della sede ferroviaria. Sono inoltre riconoscibili l‚area su cui sorgeva Milano Porta Garibaldi (Prima) dalla disposizione ad arco delle abitazioni poste sui terreni a Sud del primo tratto di Viale Sturzo, nonché il terrapieno di Viale Liberazione, detto „delle Varesine‰, su cui era posta Milano Porta Nuova (Quarta), fino a metà anni 90 sede di un luna park. Tuttora interessata da binari é la minima estesa fra il Bivio Passarella, completamente fagocitato da Milano Porta Garibaldi, ed i paraurti terminali della stessa stazione. Nessuna traccia dei vari fabbricati di servizio.

Bivio Porta Romana - Bivio Trecca (Primo)
Apertura : 16/07/1896
Chiusura : 01/07/1931
Altre Date:
16/07/1896 apertura del ramo Bivio Porta Romana - Milano Rogoredo.
01/07/1905 passaggio gestione da Rm a Fs.
12/03/1918 assorbimento delle funzioni del Bivio Trecca (Primo) da parte di Milano Rogoredo.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Singolo
Lunghezza ...... : 0+71
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 Ab Bivio Porta Romana
0+71 B Bivio Trecca (Primo)
Diramazioni: Da Bivio Porta Romana per Bivio Trecca (Primo), Trecca, Bivio Naviglio Grande.
Da Bivio Trecca (Primo) per Bivio Venezia, Milano Rogoredo Parco Nord, Bivio Porta Romana.
Note: ronco di raccordo fra la Cintura Sud ed il Passante da Milano Centrale (Prima) al futuro Milano Rogoredo Parco Nord.
Nel 1918 la funzione del Bivio Trecca venne rilevata da Milano Rogoredo, con l‚estensione del piazzale di quest‚ultima verso Nord.
La soppressione definitiva della diramazione venne determinata dalla creazione della nuova Cintura Est quando, specificamente, fu sostituita dal raccordo fra il Bivio Porta Romana ed il posto di movimento Trecca. In origine il Bivio Porta Romana controllava le due diramazioni che dalla Cintura Sud portavano a Milano Rogoredo Parco Nord ed al Bivio Trecca (Primo). Con la soppressione di quest'ultimo ramo in favore di quello su Trecca, anche le funzioni di controllo del bivio mutarono di conseguenza.
Il percorso, in partenza dal Bivio Porta Romana, era totalmente in curva e percorreva le adiacenze dell'odierna Via Sacile, attraversava Via Bonfadini e terminava all‚interno dell‚area ove oggi sorge l'ortomercato dove si innestava sul Passante tramite il Bivio Trecca (Primo).
Stato attuale: Livello VII°. Nessuna traccia visibile in quanto la zona é stata interessata da notevolissimi fenomeni di urbanizzazione che ne hanno completamente stravolta la fisionomia originaria.

Bivio Rogoredo - San Donato Milanese
Apertura : 17/11/1861
Chiusura : /10/1995
Altre Date:
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sflv, Sfsp, Sflic e Sfic.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Rm.
01/07/1905 passaggio gestione da Rm a Fs.
01/06/1997 attivazione del quadruplicamento fra Milano Rogoredo e Bivio Sordio.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio 60 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+793
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 Ad Bivio Rogoredo
1+793 Adf San Donato Milanese
Diramazioni: Da Bivio Rogoredo per Milano Rogoredo, Doppio Bivio San Donato, San Donato Milanese, Pavia.
Da San Donato Milanese per Bivio Rogoredo, Bivio Rogoredo, Doppio Bivio San Donato.
Note: Breve spezzone iniziale della linea per Piacenza e Bologna nella sua sede originaria, sostituito dall‚attuale variante posta leggermente più ad Ovest e transitante attraverso la fermata di Borgo Lombardo.
Per un certo tempo le due linee, la vecchia e la nuova, hanno convissuto contemporaneamente in servizio fino al momento dell‚attivazione completa del secondo binario della variante che data ottobre 1995. Il tratto completo di linea soppresso, e sostituito dalla variante comprende l‚estesa Milano Rogoredo - San Giuliano Milanese; tuttavia il tratto Milano Rogoredo - Bivio Rogoredo è semplicemente una traslazione di sede mentre il tratto intermedio, dalla fermata di San Donato Milanese a Borgolombardo, il nuovo binario, facente parte del quadruplicamento da Milano Rogoredo al Bivio Sordio, ha sostituito il vecchio sulla stessa sede precedente. Quindi un ulteriore tratto effettivamente soppresso è quello che va da Borgolombardo a San Giuliano Milanese.
Stato attuale: Livello IV° La linea é ancora evidente ma in prevedibile ulteriore e velocissimo degrado per far posto ad aree grandemente appetite per altri scopi.

Bivio Taliedo - Milano Porta Vittoria
Apertura : 16/03/1911
Chiusura : 1991
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio 60 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+330
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Taliedo [ex Quadrivio Taliedo] [ex Bivio Taliedo]
1+330 Dt Milano Porta Vittoria
Diramazioni: Da Bivio Taliedo per Bivio Ortica (Primo), Bivio Ortica, Trecca, Milano Porta Vittoria.
Da Milano Porta Vittoria per Bivio Taliedo, Doppio Bivio Porta Vittoria, Trecca.
Note: Raccordo che ha consentito l‚allacciamento di Milano Porta Vittoria, sorta poco distante da dove era stata edificata Milano Porta Vittoria (Prima), con la Cintura Est in direzione Nord, dopo l‚avvenuta soppressione del vecchio Passante, al quale Milano Porta Vittoria era connessa solo verso Sud tramite il Doppio Bivio Porta Vittoria. Stazione e linea furono una delle prime realizzazioni previste dai grandi lavori di ristrutturazione del nodo che modificarono totalmente il suo aspetto ferroviario ed interessarono la città a partire dal 20/12/1905.
Lo scalo funzionò per un cinquantennio a servizio del mercato ortofrutticolo cittadino, trasferito dal centro città proprio davanti al fabbricato gestione merci, e dai primi anni ‚60 del Novecento, con la costruzione del nuovo ortomercato in posizione più periferica accanto alla Cintura, venne ad esso direttamente raccordato attraverso un proprio viadotto sulla Via Lombroso.
Più recente rispetto allo scalo merci è la realizzazione del fabbricato viaggiatori, con propri binari tronchi, prevalentemente adibiti a terminale di servizi locali.
Dopo il 1991, soppresso ogni servizio commerciale, la stazione rimase utilizzata per alcuni anni solo come deposito carri e vagoni e alla fine degli anni Œ90, dopo l‚eliminazione dei binari, vennero abbattuti i magazzini merci e le pensiline viaggiatori, in conseguenza del lavori del nuovo Passante sotterraneo. A fine 2004 sono stati abbattuti anche il fabbricato viaggiatori e il fabbricato gestione merci.
Stato attuale: Livello VII°. La zona è stata interessata dai lavori del Passante ferroviario che hanno cancellato quasi ogni traccia. La rampa Nord di accesso al rilevato della Cintura Est, in parte ricostruita con diverso raggio di curvatura e nuovo sovrappasso sulla Via Decemviri, è stata riutilizzata per il Passante che, proseguendo verso il Bivio Lambro, lambisce il Bivio Taliedo al suo stesso livello.

Bivio Turro - Magazzini Raccordati
Apertura : 29/03/1914
Chiusura : 1981
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Singolo elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 0+492
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Turro [ex Doppio Bivio Turro]
0+492 Lm Magazzini Raccordati
Diramazioni: Da Bivio Turro per Doppio Bivio Greco, Magazzini Raccordati, Bivio Mirabello, Triplo Bivio Seveso.
Note: Nel corso della costruzione di Milano Centrale, il piano terreno sottostante il piazzale principale venne sfruttato, nel tratto compreso fra il sottovia di Viale Brianza e l‚estremità Nord del piazzale, per la realizzazione di un secondo piazzale ferroviario con 113 magazzini, ceduti in affitto a privati, con accesso diretto dalle Vie Aporti e Sammartini, fiancheggianti la stazione. I detti magazzini, così come le aree situate al medesimo piano destinate alle Regie Poste, furono serviti, oltre che da quattro montavagoni verticali fino al piano superiore, dai binari di collegamento tra i due stessi piani, che vennero connessi all‚anello semicircolare a doppio binario di circolazione materiale collegante i due fasci binari Est ed Ovest del piazzale superiore. A sua volta l‚anello fu raccordato con la linea di Cintura Milano Lambrate ˆ Milano Greco+Pirelli tramite un bivio posto sopra il sottovia di Viale Monza, inizialmente denominato Bivio Magazzini. Questa soluzione doveva consentire l‚arrivo e la partenza diretta di tradotte dal piazzale inferiore del grande scalo per le linee di Cintura. Il suddetto bivio divenne Doppio Bivio Greco non appena permise anche di istradare i treni, oltre che per i Magazzini Raccordati, per le diramazioni Milano Lambrate, Milano Certosa e Milano Greco+Pirelli. A partire dal 15/05/1929 venne collegato anche al nuovo Bivio Mirabello per i transiti diretti tra la Cintura e Milano Porta Nuova (Quarta) e di conseguenza venne denominato Triplo Bivio Greco. A seguito della successiva realizzazione di una coppia di binari indipendenti tra Milano Lambrate e Milano Greco+Pirelli, il posto di servizio perse la diramazione verso Nord, ritornando al precedente nome di Doppio Bivio Greco mentre le diramazioni per Triplo Bivio Seveso, Magazzini Raccordati e Bivio Mirabello passavano sotto la giurisdizione di un nuovo fabbricato di servizio spostato leggermente più a Ovest denominato Doppio Bivio Turro che, la soppressione della linea per i Magazzini Raccordati, diventò semplicemente Bivio Turro.
La linea per i Magazzini Raccordati operò ad esclusivo servizio merci e non fu più utilizzata con continuità a partire dal 1981, data in cui il Doppio Bivio Turro divenne semplicemente il Bivio Turro a controllo delle diramazioni Milano Lambrate, Bivio Mirabello e Triplo Bivio Seveso.
Stato attuale: Livello II° La linea e le strutture sono in buone condizioni, ma lo scambio in deviata nei pressi del Bivio Turro é stato asportato.

Bivio Venezia - Milano Porta Vittoria (Prima)
Apertura : 14/11/1861
Chiusura : 01/01/1873
Altre Date:
17/02/1846 apertura della Milano - Treviglio e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Lambrate.
14/11/1861 apertura della linea per Piacenza e quindi del tronco da Milano Porta Vittoria (Prima) al futuro Bivio Venezia.
10/05/1864 parziale apertura del Passante e quindi del tronco Bivio Acquabella - Milano Porta Vittoria (Prima) e della diramazione Bivio Acquabella - Bivio Lambrate.
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sfsp, Sflv, Sflic e Sfic.
01/01/1873 soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte le linee che da questa stazione diramano a ventaglio e quindi dei tronchi verso il Bivio Acquabella, verso il Bivio Lambrate e verso il futuro Bivio Venezia; apertura del nuovo raccordo Bivio Acquabella - Bivio Venezia.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Ra.
30/06/1904 apertura del raccordo Bivio Lambrate - Bivio Venezia.
01/07/1905 passaggio gestione da Ra a Fs.
12/03/1918 trasformazione del Bivio Porta Vittoria in Doppio Bivio, che sostituisce così anche il preesistente Bivio Venezia.
01/07/1931 soppressione totale del Passante e quindi del tronco Bivio Acquabella - Bivio Lambrate.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 1+47
Esercente ...... : SFAI Società Ferrovie Alta Italia
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Venezia
1+47 Drt Milano Porta Vittoria (Prima) [ex Milano Porta Tosa]
Diramazioni: Da Bivio Venezia per Bivio Lambrate, Doppio Bivio Porta Vittoria, Milano Porta Vittoria (Prima), Bivio Acquabella.
Da Milano Porta Vittoria (Prima) per Bivio Acquabella, Bivio Lambrate, Bivio Venezia, Milano Porta Nuova (Seconda).
Note: Breve tronco iniziale della originaria linea per Piacenza e Bologna, identificato anche come parziale tracciato del primitivo Passante. La tratta fa parte del cosiddetto Incrocio di Porta Tosa costituito dai lati e dalle diagonali di un quadrilatero i cui vertici sono rappresentati dal Bivio Acquabella, dal Bivio Lambrate, dal Bivio Venezia e da Milano Porta Vittoria (Prima). Questa è più facilmente ricordata con il suo primitivo nome di Milano Porta Tosa in quanto la seconda e definitiva denominazione le fu attribuita solo per il breve lasso di tempo che intercorse tra il 1861, quando l‚adiacente Porta Tosa venne ribattezzata ufficialmente Porta Vittoria a ricordo delle Cinque Giornate del 1848, e la soppressione della stazione stessa.
Il Bivio Venezia si trovava fra Via Piranesi e Viale Corsica, a poche decine di metri a Sud dell‚incrocio fra quest‚ultimo e Via Battistotti Sassi. Operò effettivamente come tale solo per 14 anni. L'attivazione avvenne in data 30/06/1904 con l'apertura del raccordo verso il Bivio Lambrate che metteva in collegamento diretto la linea per Venezia con quella per Bologna e cessò il servizio il 12/03/1918, quando il Bivio Porta Vittoria, situato in posizione più meridionale e trasformato in doppio bivio, ne assorbì la funzione. Il precedente raccordo, cioè quello proveniente da Milano Porta Vittoria (Prima), si innestava sullo stesso punto del Passante in cui sorse successivamente il Bivio Venezia e venne soppresso il 01/01/1873, quindi contemporaneamente all'allacciamento fra il punto stesso ed il Bivio Acquabella. La linea con un percorso totalmente in curva piegava a sinistra incrociando Via Zanella, Viale Campania, Via Marcona ed entrava in Milano Porta Vittoria (Prima) presso il punto centrale di Via Archimede. La stazione si trovava fuori porta omonima, oggi Porta Vittoria, all‚incrocio fra Via Marcona e Via Fiamma. Il piazzale consisteva in 5 binari di testa. La chiusura venne determinata dalla soppressione di Milano Porta Vittoria (Prima) e di tutte e linee che ne uscivano a ventaglio, e cioè verso il Bivio Acquabella, verso il Bivio Lambrate e verso il Bivio Venezia, in favore del raccordo Bivio Acquabella - Bivio Venezia che univa i due spezzoni del Passante ed evitava il regresso di Milano Porta Vittoria (Prima).
Stato attuale: Livello VII° Nell‚area del fabbricato viaggiatori di Milano Porta Vittoria (Prima) è stata edificata un‚autofficina. Tutto il resto, sede ferroviaria e fabbricati, é stato completamente cancellato dall'urbanizzazione.

Bivio Vercelli (Milano) - Milano Porta Genova
Apertura : 17/01/1870
Chiusura : 24/09/1931
Altre Date:
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Rm.
01/07/1905 passaggio gestione da Rm a Fs.
Pendenza massima : 6 mm/m
Raggio Minimo .. : 500 m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 1+536
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Bivio Vercelli (Milano) [ex Bivio Maddalena]
1+536 Al Milano Porta Genova [ex Milano Porta Ticinese]
Diramazioni: Da Bivio Vercelli (Milano) per Milano Porta Genova, Bivio Naviglio Grande, Bivio Simonetta.
Note: Ramo della Cintura Ovest e breve tratto dell'originaria linea per Vigevano la cui soppressione, determinata dai grandi lavori di ristrutturazione del nodo, trasformò Milano Porta Genova, inizialmente denominata Milano Porta Ticinese, da stazione passante a stazione terminale.
Il Bivio Vercelli (Milano) era situato su terrapieno nei pressi del sovrappasso sul Corso Vercelli, nel tratto di Via Cimarosa immediatamente precedente l‚incrocio con le Vie Monferrato e Polibio. Di qui la linea piegava a sinistra lungo le Vie De Alessandri e Dezza scendendo gradatamente di quota al livello stradale e, con una stretta controcurva a destra attraverso l‚odierno Parco Solari e la Via Orseolo, entrava in Milano Porta Genova.
Il 24/09/1931, con la chiusura dello scalo di smistamento di Milano Porta Sempione, viene soppresso anche il tratto tra Bivio Vercelli (Milano) e Milano Porta Genova.
Stato attuale: Livello VI°. La sede ferroviaria, in una zona stravolta dall'urbanizzazione, ha lasciato posto, per gran parte della sua estesa, alla viabilità ordinaria.
La stazione di Milano Porta Genova, tuttora in esercizio, è oggi raggiungibile esclusivamente da Sud Ovest via Milano San Cristoforo. Unico frammento della vecchia linea per Bivio Vercelli sono le aste di manovra in curva della stazione stessa, ormai inutilizzate.

Borgolombardo - San Giuliano Milanese
Apertura : 17/11/1861
Chiusura : 10/1995
Altre Date:
14/05/1865 passaggio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione tra Sflv, Sfsp, Sflic e Sfic.
01/07/1885 passaggio gestione da Sfai a Rm.
01/07/1905 passaggio gestione da Rm a Fs.
01/06/1997 attivazione del quadruplicamento fra Milano Rogoredo e Bivio Sordio.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio 60 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+9
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 Adf Borgolombardo
1+9 Adf San Giuliano Milanese
Diramazioni: Da Borgolombardo per Doppio Bivio San Donato, San Giuliano Milanese, San Giuliano Milanese, Bivio Sordio.
Da San Giuliano Milanese per Borgolombardo, Borgolombardo, Bivio Sordio.
Note: Breve spezzone iniziale della linea per Piacenza e Bologna nella sua sede originaria, sostituito dall‚attuale variante, costruita in vista dell‚innesto della linea ad Alta Velocità per Bologna, posta leggermente più ad Ovest e transitante attraverso la fermata di Borgo Lombardo. Per un certo tempo le due linee, la vecchia e la nuova, hanno convissuto contemporaneamente in servizio fino al momento dell‚attivazione completa del secondo binario della variante che data ottobre 1995. Il tratto completo di linea soppresso, e sostituito dalla variante, comprende l‚estesa Milano Rogoredo - San Giuliano Milanese; tuttavia il tratto Milano Rogoredo - Bivio Rogoredo è semplicemente una traslazione di sede mentre nel tratto intermedio, dalla fermata di San Donato Milanese a Borgolombardo, il nuovo binario, facente parte del quadruplicamento da Milano Rogoredo al Bivio Sordio, ha sostituito il vecchio sulla stessa sede precedente. Quindi il tratto effettivamente soppresso è quello successivo che va dal Bivio Rogoredo a San Donato Milanese.
Stato attuale: Livello IV° La linea é ancora evidente ma in prevedibile ulteriore e velocissimo degrado per far posto ad aree grandemente appetite per altri scopi.

Doppio Bivio Porta Vittoria ˆ Milano Porta Vittoria
Apertura : 16/03/1911
Chiusura : 01/07/1931
Altre Date:
12/03/1918 trasformazione del Bivio Porta Vittoria in Doppio Bivio, che sostituisce il preesistente Bivio Venezia, e assorbimento del Bivio Lambrate nella stazione di Milano Lambrate (Prima).
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Singolo
Lunghezza ...... : 1+494
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 B Doppio Bivio Porta Vittoria
1+494 Dt Milano Porta Vittoria
Diramazioni: Da Milano Porta Vittoria per Doppio Bivio Porta Vittoria, Bivio Taliedo, Bivio Trecca.
Da Doppio Bivio Porta Vittoria per Bivio Venezia, Bivio Trecca (Primo), Milano Porta Vittoria.
Note: Raccordo che consentì l‚allacciamento della stazione di Milano Porta Vittoria, appena attivata in posizione poco distante da dove era stata edificata Milano Porta Vittoria (Prima), con il passante, in attesa di collegarla con la progettata Cintura.
Dapprima semplice Bivio, il Doppio Bivio Porta Vittoria divenne tale assorbendo dal 12/03/1918 anche le funzioni del preesistente Bivio Venezia, contestualmente soppresso, quale innesto del raccordo a binario singolo da/per Milano Lambrate (Prima).
La stazione fu una delle prime realizzazioni previste dai grandi lavori di ristrutturazione del nodo che ne modificarono totalmente il suo aspetto ferroviario ed interessarono la città a partire dal 20/12/1905.
Lo scalo funzionò per un cinquantennio a servizio del mercato ortofrutticolo cittadino, trasferito dal centro città proprio davanti al fabbricato gestione merci, e dai primi anni ‚60, con la costruzione del nuovo ortomercato in posizione più periferica accanto alla Cintura, venne ad esso direttamente raccordato attraverso un proprio viadotto sulla Via Lombroso.
Più recente rispetto allo scalo merci è la realizzazione del fabbricato viaggiatori, con propri binari tronchi, prevalentemente adibiti a terminale di servizi locali.
Dopo il 1991, soppresso ogni servizio commerciale, la stazione rimase utilizzata per alcuni anni solo come deposito carri e vagoni e alla fine degli anni Œ90, dopo l‚eliminazione dei binari, vennero abbattuti i magazzini merci e le pensiline viaggiatori, in conseguenza del lavori del nuovo Passante sotterraneo. A fine 2004 sono stati abbattuti anche il fabbricato viaggiatori e il fabbricato gestione merci.
Stato attuale: Livello VII°. La zona è stata interessata dai lavori del nuovo Passante che hanno cancellato ogni traccia, se si esclude la rampa Nord di accesso al rilevato della Cintura Est, rampa che, parzialmente ricostruita con un diverso raggio di curvatura e con un nuovo sottovia alla Via Decemviri, è destinata all‚ingresso/uscita dei treni dalla nuova stazione sotterranea all‚estremità Est dell‚odierno Passante.

Milano Farini ˆ Milano Nord Bovisa (Prima)
Apertura : 17/07/1911
Chiusura : 1988
Altre Date:
01/02/1880 apertura del tratto Librera Transito - Milano Nord Bovisa.
1996 riattivazione parziale su binario singolo.
Pendenza massima : 11 mm/m
Raggio Minimo .. : 150 m
Armamento ...... : Singolo elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+080
Esercente ...... : FNM
Posti di servizio:
0+000 Adlm Milano Farini
0+439 M Librera Transito [ex La Librera]
1+080 Ad Milano Nord Bovisa (Prima)
Diramazioni: Da Milano Farini per Milano San Rocco, Bivio Ghisolfa, Milano Nord Bovisa (Prima).
Da Milano Nord Bovisa Prima) per Saronno, Seveso, Milano Farini, Milano Nord Simonetta, Milano Lancetti Ghisolfa, Milano Nord Piazzale Cadorna.
Note: Linea di raccordo merci fra la rete Nm e quella Fs, diretta prosecuzione del terzo binario promiscuo che collega Milano Nord Affori a Milano Nord Bovisa+Politecnico. Fu completata in due tronchi: il primo da Librera Transito a Milano Nord Bovisa (Prima), come raccordo tra la rete Nm e lo scalo de La Librera. Il secondo tratto fu attivato per permettere la comunicazione diretta tra lo scalo merci di Milano Farini e la rete Nm e da quel momento La Librera assunse la denominazione di Librera Transito. Fungeva anche da collettore di una miriade di raccordi industriali della zona Affori/Bovisasca. Inizialmente a doppio binario, fu parzialmente riattivato a semplice binario a metà degli anni nel 1996 unicamente per far circolare carrelli motore e treni materiali durante la costruzione del Passante. Il tracciato usciva da Milano Farini e, dopo poche centinaia di metri, superato il cavalcavia Monte Ceneri, si allargava nel piazzale di Librera Transito, consistente in 17 binari di cui 5 passanti e 12 tronchi. Il piccolo fabbricato in muratura dell‚ufficio movimento era circa 300 metri prima del passaggio a livello di Via Candiani dove il fasco merci si chiudeva. Da qui, passando dietro il vecchio fabbricato viaggiatori di Milano Nord Bovisa (Prima), proseguiva direttamente sul terzo binario promiscuo della linea verso Milano Nord Affori
Stato attuale: Livello III°. Milano Farini è ancora parzialmente utilizzata nel settore meridionale dello scalo come deposito carri vuoti ed il piazzale è accessibile alle tradotte in regime di manovra soltanto in via indiretta, attraverso la coppia di binari che proseguiva un tempo verso Milano Centrale (Prima) e che oggi termina a Milano Porta Garibaldi. Il collegamento con Librera Transito è stato dismesso durante i lavori di costruzione della nuova stazione di Milano Nord Bovisa+Politecnico e riattivato nel 1996, a semplice binario. Ultimamente è stato nuovamente soppresso per i lavori legati alla costruzione del cosiddetto „Passantino‰ Bovisa - futuro posto di movimento Ghisolfa che implicano modifiche sostanziali alla radice ovest di Milano Farini. Dello scalo di Librera Transito sono rimasti solo 3 binari tronchi e tutta la parte Nord del piazzale è stata occupata dal collegamento con il Passante e dalla radice Sud di Milano Nord Bovisa+Politecnico, i cui lavori hanno determinato la demolizione del fabbricato di Milano Nord Bovisa (Prima). Questo sorgeva sotto l‚attuale fabbricato in corrispondenza dei binari 1 e 2; il vecchio piazzale è visibile ancora oggi a lato del nuovo fabbricato viaggiatori a ponte, verso Via Lambruschini, coperto da piante infestanti e dai materiali di risulta provenienti dallo spianamento della vecchia sede ferroviaria lato Milano Nord Affori. Si riconosce la piattaforma in cemento dove era stato edificato il fabbricato viaggiatori provvisorio dal 1987 al 1991 durante i lavori di costruzione dell‚attuale. In Via Lambruschini vi sono inoltre tracce della vecchia recinzione e, in corrispondenza del passaggio a livello, singolarmente non munito di barriere ma di cancelli in ferro ad apertura manuale, si vedono ancora le guide in cui scorreva lo sbarramento.

Milano Nord Bovisa (Prima) - Milano Nord Simonetta
Apertura : 01/01/1928
Chiusura : 01/07/1958
Altre Date:
1963 asportazione del binario.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Singolo
Lunghezza ...... : 1+86
Esercente ...... : NM Nord Milano
Posti di servizio:
0+000 D Milano Nord Bovisa (Prima)
1+181 P Mac Mahon
2+05 Lm Milano Nord Simonetta
Diramazioni: Da Milano Nord Bovisa (Prima) per Saronno, Seveso, Milano Farini, Milano Nord Simonetta, Milano Lancetti Ghisolfa, Milano Nord Piazzale Cadorna.
Note: Linea merci aperta nel quadro dei lavori di potenziamento della rete Nm. La diramazione si originava a Milano Nord Bovisa (Prima) e si affiancava per un tratto di oltre 1 km alla linea principale per Milano Nord Piazzale Cadorna da dove deviava verso sinistra nei pressi Mac Mahon che non fungeva da diramazione, ma solo posto di blocco sulla linea principale. Il fascio dei binari di Milano Nord Simonetta era compreso fra le attuali Via Aosta e Via Principe Eugenio.
Stato attuale: Livello V°. Il fabbricato di Milano Nord Bovisa (Prima) è stato demolito nel corso dei lavori di ristrutturazione della stazione che ha dato luogo alla nuova Milano Nord Bovisa+Politecnico e sorgeva sotto l‚attuale fabbricato in corrispondenza dei binari 1 e 2; il vecchio piazzale è visibile ancora oggi a lato del nuovo fabbricato viaggiatori a ponte, verso Via Lambruschini, coperto da piante infestanti e dai materiali di risulta provenienti dallo spianamento della vecchia sede ferroviaria lato Milano Nord Affori. Si riconosce la piattaforma in cemento dove era stato edificato il fabbricato viaggiatori provvisorio dal 1987 al 1991 durante i lavori di costruzione dell‚attuale. In Via Lambruschini vi sono inoltre tracce della vecchia recinzione e, in corrispondenza del passaggio a livello, singolarmente non munito di barriere ma di cancelli in ferro ad apertura manuale, si vedono ancora le guide in cui scorreva lo sbarramento. La sede iniziale del tracciato è stata allargata per far posto ai due ulteriori binari del quadruplicamento fino a Milano Nord Piazzale Cadorna con la totale cancellazione del vecchio rilevato. Il fabbricato di Mac Mahon, dove il raccordo diverge a sinistra, é ancora visibile sulla destra. Il terrapieno é poi rintracciabile con continuità per ancora circa 200 m oltre Mac Mahon, esaurendosi a ridosso di un'area a notevole sviluppo urbanistico. I binari del piazzale di Milano Nord Simonetta sono stati completamente rimossi per fornire l‚area di costruzione di abitazioni private ed i vari fabbricati di servizio sono stati demoliti nel 1998.

Milano Porta Garibaldi (Prima) ˆ Milano Porta Nuova (Seconda)
Apertura : 18/10/1858
Chiusura : 01/01/1873
Altre Date:
14/05/1865 Passagio gestione da Sflv a Sfai, società nata dalla fusione Sflv, Sfsp, Sflic e Sfic.
01/01/1873 entrata in servizio di Milano Porta Garibaldi (Prima).
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio
Lunghezza ...... : 0+32
Esercente ...... : SFAI Società Ferrovie Alta Italia
Posti di servizio:
0+000 Dm Milano Porta Garibaldi (Prima)[ex Milano Porta Nuova (Terza)]
0+32 Dlr
Diramazioni: Da Milano Porta Garibaldi (Prima) per Milano Porta Nuova (Quarta), Milano Porta Nuova (Seconda), Milano Porta Garibaldi.
Da Milano Porta Nuova (Seconda) per Bivio Magna, Milano Porta Nuova (Prima), Milano Porta Garibaldi (Prima), Milano Porta Vittoria (Prima).
Note: Breve tronco della primitiva linea per Torino, attivata come primo lotto fino a Magenta, con capolinea Milano Porta Nuova (Seconda). Questa aveva sostituito da soli 8 anni, nel 1850, l‚originario capolinea di Milano Porta Nuova (Prima), nata 10 anni prima, in funzione della linea per Monza. Milano Porta Nuova (Seconda) si trovava a Sud dell‚incrocio fra l'odierna Via Melchiorre Gioia e Viale Luigi Sturzo. Il fabbricato viaggiatori, dalla pianta trapezoidale e con unica tettoia sopra i binari, era posto a lato di questi, verso il Naviglio della Martesana.
Il trasferimento si era reso necessario in previsione dell‚aumento di traffico legato soprattutto all‚apertura della linea per Como. Non essendoci spazio disponibile nell‚area di Milano Porta Nuova (Prima) per le costruzioni circostanti, fu deciso di arretrare la stazione terminale, che ebbe così la capacità di 5 binari, di circa 200 m.
L'area appena a Nord della stazione, sull‚attuale incrocio Gioia/Sturzo, verrà successivamente interessata, dopo la soppressione, di nuovo al transito di binari, questa volta in direzione Est - Ovest, appartenenti al tronco centrale del Passante.
Milano Porta Garibaldi (Prima) era una stazione merci, che entrerà in servizio proprio all‚atto della soppressione della breve linea e di Milano Porta Nuova (Seconda), per sostituire le funzioni merci di Milano Porta Vittoria (Prima). Inizialmente denominata Milano Porta Nuova (Terza), giaceva fra le odierne Viale Luigi Sturzo, Via De Castillia e Via Melchiorre Gioia e quindi a pochi passi da quello che era stato il piazzale di Milano Porta Nuova (Seconda).
Stato attuale: Livello VI° Ben pochi i reperti in una zona completamente rivoluzionata da oltre un secolo e mezzo di storia. Nessuna traccia di Milano Porta Garibaldi (Prima), se si esclude la disposizione ad arco delle abitazioni poste sui terreni a Sud del primo tratto di Viale Sturzo, e della linea. Invece il fabbricato di Milano Porta Nuova (Seconda), rialzato di un piano, é divenuto la Caserma „5 Giornate‰ della Guardia di Finanza in Via Melchiorre Gioia al civico n° 5, dopo essere stato per molti anni sede della dogana munita di binario di raccordo per Milano Porta Garibaldi (Prima) sulla vecchia sede della linea.

Milano Porta Nuova (Seconda) ˆ Milano Porta Vittoria (Prima)
Apertura : 01/06/1859
Chiusura : 07/1859(?)
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Singolo
Lunghezza ...... : 3+1
Esercente ...... : SFSP Strade Ferrate Stato Piemontese
Posti di servizio:
0+000 Dlr Milano Porta Nuova (Seconda)
3+1 Drt Milano Porta Vittoria (Prima) [ex Milano Porta Tosa]
Diramazioni: Da Milano Porta Nuova (Seconda) per Bivio Magna, Milano Porta Vittoria (Prima), Milano Porta Nuova (Prima), Milano Porta Garibaldi (Prima).
Da Milano Porta Vittoria (Prima) per Bivio Acquabella, Bivio Lambrate, Bivio Venezia, Milano Porta Nuova (Seconda).
Note: Binario militare provvisorio steso in pochi giorni, senza massicciata, durante la II Guerra di Indipendenza per consentire il rapido inoltro delle truppe franco-piemontesi all'inseguimento dell'esercito austriaco verso l'Est fra le stazioni di Milano Porta Nuova (Seconda) e Milano Porta Vittoria (Prima) in attesa dell‚apertura al servizio della nuova stazione di Milano Centrale (Prima) e del Passante Vecchio, già progettati dal governo austroungarico e già in costruzione.Milano Porta Nuova (Seconda) si trovava a Sud dell‚incrocio fra l'odierna Via Melchiorre Gioia e Viale Luigi Sturzo. Il fabbricato viaggiatori, dalla pianta trapezoidale e con unica tettoia sopra i binari, era posto a lato di questi, verso il Naviglio della Martesana. rialzato di un piano. Il tracciato, uscendo lateralmente da Milano Porta Nuova (Seconda), si sviluppava all'esterno della cinta delle Mura Spagnole e quindi in corrispondenza dei viali dell'attuale circonvallazione tranviaria, terminando con una stretta curva a sinistra in entrata a Milano Porta Vittoria (Prima). Questa è più facilmente ricordata con il suo primitivo nome di Milano Porta Tosa in quanto la seconda e definitiva denominazione le fu attribuita solo per il breve lasso di tempo che intercorse tra il 1861, quando l‚adiacente Porta Tosa venne ribattezzata ufficialmente Porta Vittoria a ricordo delle Cinque Giornate del 1848, e la soppressione della stazione stessa. Si trovava fuori porta Tosa, oggi Porta Vittoria, all‚incrocio fra Via Marcona e Via Fiamma. Il piazzale consisteva in 5 binari di testa
Stato attuale: Livello VI° Il fabbricato di Milano Porta Nuova (Seconda) rialzato di un piano, é divenuto la Caserma „5 Giornate‰ della Guardia di Finanza in Via Melchiorre Gioia al civico n° 5, dopo essere stato per molti anni sede della dogana munita di binario di raccordo per Milano Porta Garibaldi (Prima). Nessuna traccia della sede ferroviaria. Il binario provvisorio fu probabilmente smantellato dopo qualche tempo, presumibilmente dopo il rientro delle truppe franco-piemontesi dalla zona del Garda. Nell‚area del fabbricato viaggiatori di Milano Porta Vittoria (Prima) è stata edificata un‚autofficina.

Milano Porta Vittoria ˆ Trecca
Apertura : 16/03/1911
Chiusura : 1991
Pendenza massima : 6 mm/m
Armamento ...... : Doppio 60 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 1+815
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 Dt Milano Porta Vittoria
1+815 Dp Trecca [ex Bivio Trecca]
Diramazioni: Da Trecca per Bivio Taliedo, Milano Rogoredo Parco Nord, Bivio Porta Romana, Milano Porta Vittoria.
Da Milano Porta Vittoria per Bivio Taliedo, Doppio Bivio Porta Vittoria, Trecca.
Note: Raccordo che ha consentito l‚allacciamento di Milano Porta Vittoria, sorta poco distante da dove era stata edificata Milano Porta Vittoria (Prima), con la Cintura Est in direzione Sud, dopo la soppressione del vecchio Passante, al quale Milano Porta Vittoria era connessa tramite il Doppio Bivio Porta Vittoria. Stazione e linea furono una delle prime realizzazioni previste dai grandi lavori di ristrutturazione del nodo che modificarono totalmente il suo aspetto ferroviario ed interessarono la città a partire dal 20/12/1905.
Lo scalo funzionò per un cinquantennio a servizio del mercato ortofrutticolo cittadino, trasferito dal centro città proprio davanti al fabbricato gestione merci, e dai primi anni ‚60 del Novecento, con la costruzione del nuovo ortomercato in posizione più periferica accanto alla Cintura, venne ad esso direttamente raccordato attraverso un proprio viadotto sulla Via Lombroso.
Più recente rispetto allo scalo merci è la realizzazione del fabbricato viaggiatori, con propri binari tronchi, prevalentemente adibiti a terminale di servizi locali.
Dopo il 1991, soppresso ogni servizio commerciale, la stazione rimase utilizzata per alcuni anni solo come deposito carri e vagoni e alla fine degli anni Œ90, dopo l‚eliminazione dei binari, vennero abbattuti i magazzini merci e le pensiline viaggiatori, in conseguenza del lavori del nuovo Passante sotterraneo.
A fine 2004 sono stati abbattuti anche il fabbricato viaggiatori e il fabbricato gestione merci.
Stato attuale: Livello VII°. La zona è stata interessata dai lavori del Passante ferroviario che hanno cancellato quasi ogni traccia.
A differenza della rampa Nord di accesso al rilevato della Cintura Est, riutilizzata per il Passante, la rampa Sud è stata spianata. Infine è tuttora presente sebbene inutilizzato il viadotto di collegamento con l‚ortomercato.

Milano Smistamento - Milano Smistamento Fascio Segrate
Apertura : 01/06/1998
Chiusura : 09/1998
Altre Date:
10/04/2003 breve riattivazione.
Pendenza massima : 0 mm/m
Armamento ...... : Doppio 60 kg/m elettrificato 3.000 Vcc
Lunghezza ...... : 2+075
Esercente ...... : FS Ferrovie Stato
Posti di servizio:
0+000 Admor Milano Smistamento [ex Milano Lambrate Smistamento]
0+495 Am Milano Smistamento Fascio Segrate
Diramazioni: Da Milano Smistamento per Milano Smistamento Fascio Segrate, Pioltello+Limito, Milano Lambrate (Prima), Doppio Bivio Lambrate
Note: Breve raccordo tra lo scalo di smistamento ed un fascio merci satellite, chiuso dopo poche settimane di esercizio, che ha visto l'arrivo e partenza solo di alcuni treni Cemat. Problemi riguardo al traffico collaterale di container via strada hanno causato la protesta dei comuni limitrofi e la chiusura. Riaperto 4 anni dopo, fu ancora una volta disattivato poco tempo dopo.
Stato attuale: Livello I° Le strutture sono tutte efficienti ma non utilizzate.

© 2004,2019 T-I-M-O-N-E.IT - Tutti i diritti riservati. 
© 2008,2019 Ricordi di Rotaie - Tutti i diritti riservati.