testata
Le stagioni dei treni
Home
Cosa è questo sito
Scambio link
Mappa del sito
Area riservata

La newsletter

Se vuoi cancellare la tua iscrizione, clicca qui

RICERCHE
ACME
Amici
Documenti
DVD
Eventi
FC
FOL
Formula 1 2008
FRECCIA AZZURRA
FREMO
FREMO-Calabria
Garage Report
H0m
Hornby
IN VENDITA
iTreni
Meeting
Mostre
Neve
Novegro
Pet
Ricordi
Rivarossi
Roco
Taurianova
Tecniche
Tropea
Viaggi
 




Monteal - G.P. del Canada

Continuo la mia modesta serie di promemoria personali della stagione 2008 di Formula 1.

Prove


Deludente la prestazione delle Ferrari che in griglia si piazzano al terzo ed al sesto posto.
Dubbi sulla strategia adottata dai vari team che senz'altro tiene conto sia delle capricciose condizioni metereologiche che dell'asfalto di questo circuito.
Proprio su questo ultimo punto si sono levate le preoccupazioni del sindacato piloti: l'asfalto di questo circuito cittadino è sottoposto a vigorosi sbalzi termici fra i trenta gradi sotto zero dell'inverno ai quaranta di questi giorni di gara e sotto le sollecitazioni delle monoposto si sta sfaldando in più punti con grossi problemi di aderenza e sicurezza.
La pole position ad Hamilton che nonostante non brilli nei primi due settori del circuito, quelli più guidati, riesce a chiudere il giro rekord grazie alla più elevata velocità raggiunta nel terzo settore.

Gara


L'esito della gara è dovuto in gran parte all'intervento della Safety Car in questo circuito cittadino con poche vie di fuga e tanti muretti da sfiorare ad alta velocità.
Di fatto, per consentire la rimozione di una macchina incidentata, entra la SC e via tutti a far rifornimento. In particolare Hamilton, fino a quel momento in testa alla gara, Kubica e Raikkonen. Questi ultimi fanno un pit stop fulmineo e bruciano sul tempo l'inglese. Purtroppo alla fine della pit lane il semaforo è ancora rosso (Massa lo scorso anno per aver ignorato quel semaforo venne squalificato e gli esposero le bandiere nere) e Ferrari e BMW si fermano appaiate in attesa del verde.
Hamilton dietro è ripartito con foga e non si avvede del rosso del semaforo; quando realizza che si deve fermare ormai non ha più spazio: forse tenta di affiancarsi alle altre due oppure sceglie deliberatamente chi tamponare... chi lo sa!
Di fatto la Mc Laren urta violentemente la Ferrari di Kimi rompendo il semiasse posteriore sinistro e l'alettone posteriore. Gara finita per entrambi!
Il ferrarista esce dalla sua vettura e mostra con signorilità all'inglese il semaforo che è ancora rosso.
Alla fine della gara sapremo che Hamilton e Rossberg, anche lui coinvolto come quarto nell'incidente, al prossimo GP saranno retrocessi di 10 posti sulla griglia di partenza.
Non va meglio all'altro ferrarista che accodato a Raikkonen nel rifornimento non riceve il carburante previsto e quindi al giro successivo viene fatto rientrare per completare la giusta razione di benzina. Di fatto all'uscita della Safety Car viene a trovarsi ultimo al 17 posto. Da quel momento per Massa inizia un superlavoro a base di sorpassi.
Notevole quello doppio ai danni di Barrichello e Kovalainen all'interno del tornante mentre il brasiliano veniva superato dal finlandese. L'ultimo sorpasso ai danni di Trulli, rallentato in un curva da compagno di squadra Glock, confina Massa al quinto posto fuori dal podio.
Bravissimo Kubica che vince il suo primo GP sullo stesso circuito che l'aveva visto lo scorso anno protagonista di un pauroso incidente.
Al secondo posto si qualifica il suo compagno di squadra Heidfeld, terzo Coultard che mancava dal podio da due anni.
Gara di primati...
Primo GP vinto da un polacco, prima doppietta per la BMW-Sauber, prima volta che due Toyota vanno a punti.
Oltre tutto Kubica con questa vittoria, ma soprattutto con le "sfortune" degli altri pretendenti al titolo iridato, balza prepotentemente in testa alla classifica piloti.

foto
note

Forse è il caso di impegnarmi a trovare qualcosa di diverso?




1352
©Copyright Le Stagioni dei Treni
 

© 2004,2008 T-I-M-O-N-E.IT - Tutti i diritti riservati. 
Ing. Mario De Prisco - Rende - P.I. 00992050781
© 2008 Le stagioni dei treni - Tutti i diritti riservati.